Se come agente di commercio passo al forfettario, cosa pago di ritenuta d’acconto?

  • Domande e Risposte

Sono un agente di commercio e nel 2019 sto continuando a seguire il regime ordinario, quindi su ogni fattura che emetto all’azienda per il pagamento delle provvigioni mi viene trattenuta la ritenuta di acconto come per legge del 23% sul 50% dell’ imponibile (11.5% sul 100%); passando al regime forfettario cosa andrei a pagare?
Esempio pratico: Imponibile provvigione mensile 2.629,50 euro (ritenuta € 302,39)
con forfettario invece?

Nel Regime ordinario, la ritenuta che le viene applicata nelle fatture costituisce un “acconto delle imposte” a suo nome, infatti nel momento in cui paga l’Irpef a fine anno, l’ammontare dell’imposta totale sarà al netto delle ritenute d’acconto versate durante l’anno.

 

Il Regime forfettario è esente dalla ritenuta d’acconto, pertanto lei non subirà trattenute in fattura, cambia semplicemente che a fine anno non avrà ritenute d’acconto da sottrarre all’imposta dovuta.

 

In fattura non sarà presente la ritenuta quindi le verrà pagato l’intero importo della provvigione.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accedi gratis al gestionale e ricevi la tua prima chiamata di assistenza

Crea il tuo Account Gratuito

Gestire la contabilità

A partire

259€

Anno / Iva Esclusa

Categorie

Guide utili

Gestire la contabilità può essere stressante.
Ti aiutiamo a rendere tutto più facile.

Articoli simili

Torna su

Parla gratis con un nostro esperto

Parla gratis con un nostro esperto