Domande e Risposte

Quali sono gli adempimenti e i requisiti minimi richiesti per rientrare nel Regime Forfettario come consulente assicurativo?

Dovrei aprire la p. Iva come consulente assicurativo con regime forfettario.
Quali sono gli adempimenti e requisiti minimi richiesti per rientrare in tale regime?

 

Per poter adottare il forfettario per la sua Partita IVA, dovrà innanzitutto verificare il rispetto di tutti i requisiti richiesti: Limiti forfettario.
Il codice Ateco adatto all’attività che desidera intraprendere è il seguente:

66.22.04 – Produttori, procacciatori ed altri intermediari delle assicurazioni.
Al suddetto codice Ateco è associato un coefficiente di redditività pari al 78%: questo va applicato ai ricavi conseguiti per ottenere il reddito imponibile su cui calcolare imposta e contributi da versare.

Tale codice Ateco richiede l’iscrizione in Camera di Commercio e il versamento dei contributi alla Gestione commercianti Inps.
Per i produttori di assicurazione di terzo e quarto tipo è prevista un’agevolazione in riferimento ai contributi: sarà esonerato dal versamento dei contributi fissi, dovrà versare i contributi in percentuale al 24,48%, sul reddito imponibile (Circolare INPS 10/02/2023).

In quanto iscritto alla Gestione Commercianti Inps, se adotterà il forfettario, potrà beneficiare della riduzione del 35% dei contributi: Forfettario – Riduzione contributi artigiani e commercianti.

Se adotterà il forfettario, oltre ai contributi, dovrà versare anche l’imposta sostitutiva, al 15% o al 5% per i primi 5 anni di attività se rispetterà i tre requisiti richiesti: Imposta sostitutiva 5%.

Per qualunque dubbio puoi contattare gratuitamente l’assistenza FlexTax se non sei ancora iscritto registrati qui.

2 commenti su “Quali sono gli adempimenti e i requisiti minimi richiesti per rientrare nel Regime Forfettario come consulente assicurativo?”

  1. Avatar GIOVANNI PIETRO
    GIOVANNI PIETRO

    Buongiorno,
    il produttore assicurativo di 4 livello, non deve emettere fattura neppure nel 2024? ma come dimostra gli incassi? se dovesse registrare i corrispettivi
    avrebbe bisogno del registratore di cassa… oppure basta la certificazione di chi gli paga le provvigioni?
    Vi ringrazio per una cordiale risposta.

    1. Marilisa di FlexTax

      Buongiorno Giovanni,
      le confermo che, anche nel suo caso, è necessario emettere fattura elettronica. Per ulteriori informazioni, le consigliamo di inviare un ticket di assistenza fiscale. In questo modo le risponderanno i consulenti fiscali FlexTax. Il servizio è gratuito: Servizi Gratuiti FlexTax

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *