Ho diritto alla disoccupazione se apro la Partita Iva?

  • Domande e Risposte

Sono un igienista dentale assicurata con contratto presso uno studio dentistico, ma presto sarò licenziata. Se apro partita iva e resto in quello studio dove prima ero a contratto posso ricevere la disoccupazione restando entro i limiti dei 4800?

Potrà richiedere la disoccupazione e, una volta assicuratasi che le spetterà e le sarà accreditata la Naspi, potrà aprire la sua Partita Iva.

Una volta aperta la Partita Iva, potrà entro 30 giorni richiederne il versamento anticipato in un’unica soluzione.

In questo modo, non dovrà rispettare il limite dei 4.800 euro di ricavi.

Per poter adottare il Regime Forfettario per la sua Partita Iva, dovrà controllare di non ricadere in nessuna delle cause di esclusione che può trovare elencate qui: Regime Forfettario 2020 nuovi limiti.

Le sottolineiamo inoltre che se applicherà il Forfettario e alla fine del 2020 avrà fatturato prevalentemente (per più del 50%) al datore di lavoro attuale o avuto nei due anni precedenti l’apertura della sua Partita Iva, ricadrà in una delle cause ostative e, l’anno successivo (2021), fuoriuscirà dal Forfettario, dovendo applicare il Regime Ordinario.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accedi gratis al gestionale e ricevi la tua prima chiamata di assistenza

Crea il tuo Account Gratuito

Gestire la contabilità

A partire

259€

Anno / Iva Esclusa

Categorie

Guide utili

Gestire la contabilità può essere stressante.
Ti aiutiamo a rendere tutto più facile.

Articoli simili

Torna su

Parla gratis con un nostro esperto

Parla gratis con un nostro esperto