Fatturazione bassa in Regime forfettario: quali tasse devo pagare?

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

Sto valutando di cominciare una Attività di consulenza via WEB – Start up, ma ci saranno mesi in cui probabilmente non avrò fatturazione. Perciò volevo capire le tasse e principalmente l’INPS da pagare nel regime forfettario nel caso di fatturazione bassa o nulla.

Per poter applicare il Regime Forfettario per la sua Partita Iva, le consigliamo di controllare di non ricadere in nessuna delle cause di esclusione che può trovare elencate qui: Regime Forfettario 2020 nuovi limiti.

Il Regime Forfettario prevede 2 “uscite”:

  • l’imposta sostitutiva
  • i contributi previdenziali

Entrambi vengono calcolati sul reddito imponibile.

Il reddito imponibile si ottiene applicando ai ricavi conseguiti il coefficiente di redditività associato al Codice Ateco adottato in fase di apertura della Partita Iva.

Se l’attività che andrà a svolgere è di pura consulenza (non ci ha specificato la tipologia), potrà classificarsi come libero Professionista ed iscriversi alla Gestione Separata Inps.

L’imposta sostitutiva è del 15%, ma se rispetta determinati requisiti, potrà applicare la riduzione al 5% per i primi 5 anni di attività: Regime forfettario imposta sostitutiva 5%.

Verserà i contributi alla Gestione Separata per il 26,07% del suo reddito (ricavi x coefficiente di redditività).

Se avrà piacere di indicarci nel dettaglio che tipo di attività andrà a svolgere, saremo lieti di indicarle il Codice Ateco da adottare e il rispettivo coefficiente di redditività.

Potrà inoltre utilizzare il nostro Simulatore apertura di Partita Iva su FlexTools per avere una stima precisa di imposta e contributi da versare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adv

Gestire la contabilità
può essere stressante

Ti aiutiamo a rendere tutto più facile
Fai il primo passo