Domande e Risposte

Quali spese avrei se apro la Partita Iva in Regime Forfettario?

Vorrei aprire P. IVA con codice ATECO 62.01.00 (sviluppatore/consulente software) e sono lavoratore dipendente full-time.

Ci sono contributi obbligatori? Anche il regime forfettario prevede acconti? Il coefficiente di redditività è del 67% per gli informatici? Posso applicare il 24% per i contributi previdenziali invece del 26,07%?

1) Ci sono contributi obbligatori?
I contributi obbligatori deducibili dal reddito imponibile sono quelli che sono stati versati nell’anno di riferimento e NON quelli calcolati per l’attività di quell’anno.

Esempio:

Apro Partita Iva nell’anno 2022 come professionista in Gestione Separata.
Durante tale anno non pago alcun contributo obbligatorio in quanto le prime scadenze le avrò nel 2023.
Nel 2023 farò la Dichiarazione dei redditi percepiti nel 2022 e dovrò calcolare il reddito imponibile a cui applicare l’imposta sostitutiva.

Dato che nell’anno 2022 (anno al quale si riferisce la dichiarazione dei redditi) NON ho versato alcun contributo, non potrò dedurre nessun contributo dal reddito imponibile. Calcolerò però i contributi dovuti per l’anno 2022 che andrò a pagare durante il 2023 che ipotizziamo siano € 100.

Quando nel 2024 andrò a fare la dichiarazione dei redditi percepiti nel 2023 potrò “scaricare” dal reddito imponibile €100 di contributi obbligatori pagati durante il 2023 e nella stessa sede calcolerò i contributi dovuti per l’attività del 2023 che ipotizziamo siano di € 150.

In conclusione, non si deducono i contributi calcolati per l’anno stesso ma quelli PAGATI durante l’anno.

2) anche il Regime Forfettario prevede acconti?
Sì anche il Regime Forfettario prevede il versamento degli anticipi.
Può trovare le scadenze e i dettagli di tutti i pagamenti:

Quando si pagano le tasse nel 2023?

3) Il coefficiente di redditività è del 67% per gli informatici?
Sì, per il Codice Ateco 62.01.00  il coefficiente di redditività risulta essere del 67%.

4) Posso applicare il 24% per i contributi previdenziali invece del 26,07%?
Se lei è anche un dipendente full time, si e in tale caso la Gestione Separata prevede il pagamento del 24% invece che il 26,07%.

A riguardo, le segnalo una riflessione importante: se la sua attività può essere configurata come artigianale o commerciale (ad esempio produzione software) le converrebbe iscriversi in Gestione Artigiani e Commercianti perché tale Gestione Prevede l’esonero dal pagamento dei contributi per chi svolge contemporaneamente lavoro dipendente.

Pertanto, anche se dovesse affrontare costi maggiori in fase di apertura, con l’iscrizione in Camera di Commercio e data la sua posizione di lavoratore dipendente FULL TIME, non pagherebbe alcun contributo durante l’anno.

Le riporto l’esempio considerando la sua posizione di lavoratore dipendente e l’esonero dalla contribuzione:

Ricavi: € 20.000
Coefficiente di redditività: 67%
Reddito imponibile: € 13.400
Contributi obbligatori pagati nell’anno: € 0 (esonerato)
Imposta sostitutiva 5%: € 500 (10.400 x 5%)
Contributi Gestione Artigiani e Commercianti: esonerato perché dipendente full time

In sostanza, con ricavi di 20.000 euro, pagherebbe solo l’imposta sostitutiva € 500.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI SIMILI