Devo intestare il mio conto corrente alla Partita Iva se sono in regime forfettario?

  • Domande e Risposte

Sono in regime forfettario. Il conto corrente su cui mi arrivano i pagamenti delle fatture è registrato a mio nome, ma in sede di apertura non ho specificato che si tratta di un conto della Partita Iva, lo uso principalmente per questo scopo con alcune eccezioni di spese personali. É per caso necessario che io specifichi alle poste (essendo una PostePay Evolution) che si tratta di un conto della partita iva, dato che mi arrivano più bonifici da diverse persone?

 

Non c’è obbligo di avere un conto corrette specifico per svolgere la sua attività professionale, l’importante è che il conto corrente sia intestato solo a lei e che le consenta di pagare i modelli F24, non è necessario un conto corrente business per la gestione di un’attività in regime forfettario.

I bonifici che le arrivano saranno corrispondenti alle fatture emesse, non ci sono quindi problemi per la provenienza del denaro perché gli importi che riceve saranno comunque inseriti nella sua contabilità e assoggettati a tassazione.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accedi gratis al gestionale e ricevi la tua prima chiamata di assistenza

Crea il tuo Account Gratuito

Gestire la contabilità

A partire

259€

Anno / Iva Esclusa

Categorie

Guide utili

Gestire la contabilità può essere stressante.
Ti aiutiamo a rendere tutto più facile.

Articoli simili

Torna su

Parla gratis con un nostro esperto

Parla gratis con un nostro esperto