Domande e Risposte

Cosa succede se non pago le imposte entro la scadenza?

COSA SUCCEDE SE NON PAGO LA RATA DELLE IMPOSTE entro la scadenza? SE ci sono interessi A QUANTO AMMONTANO?

Prima di rispondere alla sua domanda “Cosa succede se non pago le imposte entro la scadenza?” è necessario fare una precisazione. Per i versamenti effettuati successivi alla data di scadenza, oltre agli interessi dovuti sono previste delle sanzioni.

I pagamenti tardivi possono essere regolarizzati con il ravvedimento operoso, vale a dire che il contribuente paga insieme alle imposte anche le sanzioni, calcolate in misura ridotta, e gli interessi.

I contributi previdenziali non possono essere ravveduti, la sanzione è del 5,75% su base annua e verrà richiesta direttamente dall’Inps.

Sulle altre imposte invece la sanzione è del 30%. Ma se il versamento è effettuato entro 30 giorni dall’originaria data di scadenza del pagamento del tributo, la sanzione ridotta da versare in sede di ravvedimento sarà pari all’1,5% dell’imposta dovuta (1/10 della sanzione ordinaria ridotta alla metà). Oltre i 30 giorni e fino a 90 giorni la sanzione sarà del 1,67%, oltre i 90 giorni la sanzione sarà del 3,75%.

Oltre alle sanzioni sono dovuti gli interessi legali la cui percentuale per il 2021 è dello 0,01 in ragione d’anno.

Se effettua il pagamento delle imposte senza ravvedimento operoso, o non dovesse proprio pagare gli importi dovuti,  l’Agenzia delle Entrate emetterà un avviso bonario con una sanzione del 10%. L’avviso bonario potrà essere rateizzato in rate trimestrali. Se entro 30 giorni non provvederà al saldo dell’avviso bonario, verrà emessa una Cartella Esattoriale e le sanzioni saranno applicate con aliquota piena del 30%.