Domande e Risposte

Cosa si intende per la cui attività sia esercitata prevalentemente nei confronti di

Scrivo perchè da “forfettario” continuo a collaborare con l’azienda in cui ero dipendente. Non è il mio unico cliente però.
Volevo capire in maniera chiara cosa si intende per ” la cui attività sia esercitata prevalentemente nei confronti di”. La parola “prevalentemente” non dà una specifica chiara e quindi volevo capire il limite da non superare per evitare di dover uscire dal regime.

Purtroppo ad oggi non è ancora chiaro al 100% cosa il Legislatore abbia voluto intendere con il concetto di “prevalenza”, quello che possiamo illustrarle è la nostra interpretazione.
Se nulla verrà chiarito in merito si presuppone che con prevalenza s’intenda il superamento matematico del 50% dei ricavi conseguiti con la Partita Iva individuale.
Se, invece, l’Agenzia delle Entrate, con la circolare che fornirà un’interpretazione ufficiale delle norme di nuova introduzione chiarirà che con il concetto di prevalenza s’intende un concetto diverso (come per esempio il committente principale), dovrà verificare il rispetto del parametro oggettivo che verrà fornito.

Aggiornamento

Al momento (novembre 2023), la causa di esclusione per “attività esercitata in modo prevalente nei confronti di” prevede l’impossibilità di adottare il Regime Forfettario se si fattura per più del 50% nei confronti del datore di lavoro attuale o avuto nei due anni precedenti all’apertura della Partita Iva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *