Cosa fare se non ho abbastanza risorse per pagare la rata INPS?

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

Ho aperto la partita Iva a gennaio di quest’anno, ma non ho sufficienti risorse per la rata INPS di novembre.

È meglio che chiuda o che sospenda l’attività per non incorrere in sanzioni?

Purtroppo capita abbastanza spesso che le persone non riescano a rispettare tutte le scadenze fiscali. Se si hanno meno vendite in un mese per una determinata ragione, viene a mancare il relativo incasso e non si ha la liquidità per affrontare i modelli F24.

Se non riesce a pagare l’F24 della rata Inps di Novembre in tempo, potrà conservare l’F24 e procedere al suo versamento non appena ha liquidità.

Quando deciderà di provvedere al versamento dell’F24 già scaduto, si dovrà procedere al ravvedimento operoso dello stesso (dato che riguarda importi da versare alla Gestione commercianti Inps) ovvero a calcolare maggiorazione e interesse dovuti per la tardività del pagamento.

Il ravvedimento operoso prevede le seguenti maggiorazioni:

  • 1,5% pagamento entro 30 giorni dall’originaria scadenza
  • 1,67%  pagamento entro 90 giorni dall’originaria scadenza
  • 3,75%  pagamento entro 365 giorni dall’originaria scadenza

Come vede non sono importi impossibili, quando avrà un po’ di liquidità, potrà procedere al pagamento senza incorrere in “sanzioni troppo dannose”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adv

Gestire la contabilità
può essere stressante

Ti aiutiamo a rendere tutto più facile
Fai il primo passo