Cosa devo scrivere al posto dell’Iva in fattura in forfettario?

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

Cosa bisogna scrivere come riferimento legislativo al posto dell’aliquota Iva per le fatture emesse con regime Forfettario? Ci sono novità per il Regime Forfettario?

Al posto dell’Iva, dovrà inserire in fattura le apposite diciture del Regime Forfettario.
La dicitura da esporre in fattura per indicare la sua situazione di contribuente forfettario sarà:” Operazione effettuata ai sensi dell’articolo 1, commi da 54 a 89, della Legge n. 190/2014 e successive modificazioni” .
Inoltre, non dovrà applicare nessuna ritenuta d’acconto e dovrà inserire la seguente dicitura obbligatoria: ” Si richiede la non applicazione della ritenuta d’acconto ai sensi dell’articolo 1 comma 67 della Legge numero 190/2014 e successiva modificazioni“.
Se il totale della fattura è superiore a euro 77,47, dovrà applicare sulla fattura emessa una marca da bollo di euro 2, stampata prima della data di emissione della fattura. La marca andrà applicata sull’originale da dare al cliente e, nella sua copia, andrà riportato il numero presente sulla marca da bollo utilizzata (id …….).
Anche in questo caso dovrà inserire un’apposita dicitura: “Imposta di bollo da 2 euro ID… assolta sull’originale per importi maggiori di 77,47 euro“.
Per quanto riguarda la seconda parte della sua domanda, nel 2024 l’unica novità rilevante sul Regime Forfettario è l’introduzione dell’obbligo della fatturazione elettronica per tutti i contribuenti, compresi quei forfettari che fino al 31 dicembre 2023 ne sono stati esonerati, salvo alcune eccezioni nel comparto sanitario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adv

Gestire la contabilità
può essere stressante

Ti aiutiamo a rendere tutto più facile
Fai il primo passo