Conviene il forfettario per l'affitto di appartamenti con AirB&B? - Flextax.it

Conviene il forfettario per l’affitto di appartamenti con AirB&B?

Conviene il forfettario per l’affitto di appartamenti con AirB&B?Categoria: Regime ForfettarioConviene il forfettario per l’affitto di appartamenti con AirB&B?
FlexTax Staff asked 2 anni ago

Avendo una casa adibita ad appartamento per uso turistico su airbnb e entro il 2021 il progetto di metterne a reddito un secondo (entrambi di proprietà). Mi conviene il regime della cedolare secca oppure di partita iva con codice ateco 68.20.01…il reddito lordo per ogni unità immobiliare è di circa 15.000 euro annui.

Per prima cosa, prima di aprire la sua Partita Iva adottando il Regime Forfettario, le consigliamo di controllare di non ricadere in nessuna delle cause di esclusione che può trovare elencate qui: Regime Forfettario 2020 nuovi limiti.

Se lei affitta la sua casa per previ periodi (ci ha indicato l’uso turistico), il Codice Ateco adatto è il seguente:

  • 55.20.51 – Affittacamere per brevi soggiorni, case ed appartamenti per vacanze, bed and breakfast, residence

che include:

– fornitura di alloggio di breve durata presso: chalet, villette e appartamenti o bungalow per vacanze
– cottage senza servizi di pulizia

Il coefficiente di redditività associato a tale Codice Ateco è del 40%: questo va applicato ai ricavi conseguiti per ottenere il reddito imponibile su cui calcolare imposta e contributi da versare.

L’imposta sostitutiva è del 15%, con la possibilità di applicare la riduzione al 5% per i primi 5 anni di attività se si rispettano le condizioni che può leggere qui: Regime forfettario imposta sostitutiva 5 %

[elementor-template id="117236"]

I contribuenti forfettari che aprono la Partita Iva per svolgere l’attività di affittacamere, godono dell’esenzione dal versamento dei contributi fissi di circa 3.800 euro all’anno.

Pertanto, verserà i contributi alla Gestione Commercianti Inps per il 24,09% del suo reddito (ricavi x coefficiente del 40%).

Se, al contrario, affitta la sua casa per lunghi periodi, il Codice Ateco da lei riportato è quello corretto, ovvero il:

  • 68.20.01 – Locazione immobiliare di beni propri o in leasing (affitto)

che include:

– affitto e gestione di immobili di proprietà o in leasing: edifici ed alloggi residenziali, edifici non residenziali, incluse sale per esposizioni, strutture di magazzinaggio, terreni, centri commerciali
– affitto e gestione di immobili di proprietà o in leasing: case, appartamenti e camere ammobiliate o meno per soggiorni di lunga durata, generalmente su base mensile o annuale
– gestione di aree residenziali per case trasportabili
– sviluppo di progetti immobiliari finalizzati all’affitto

Il coefficiente di redditività è in questo caso dell’86%.

Aprendo la sua Partita Iva per lunghi periodi, adottando questo Codice Ateco, sarà tenuto al versamento sia dei contributi fissi, sia di quelli eccedenti il minimale, secondo questo schema:

  • per il reddito tra 0 e 15.878 euro: dovrà versare circa 3.800 euro di contributi fissi;
  • per il reddito superiore ai 15.878 euro: oltre ai contributi fissi, li verserà per il 24.09%.

Inoltre, dovrà versare l’imposta sostitutiva.

In entrambi i casi riportati, potrà comunque richiedere la riduzione del 35% dei contributi da versare, sia fissi che eccedenti il minimale. Per tutti gli approfondimenti: Regime forfettario riduzione contributi Artigiani e Commercianti.

Prendendo in considerazione il Codice Ateco da lei riportato, il 68.20.01, procediamo a farle un esempio, supponendo un totale di ricavi pari a 30.000 euro.

Ipotizziamo inoltre che l’imposta sia del 5%.

Ricavi: 30.000 euro

Coefficiente di redditività: 86%

Reddito imponibile: 25.800 euro (30.000 euro x 86%)

Imposta sostitutiva del 5%: 1.290 euro (25.800 euro x 5%)

Contributi fissi: 3.800 euro circa

Contributi eccedenti il minimale: 2.390 euro (25.800 – 15.878 x 24,09%)

Pertanto, a fronte di 30.000 euro di ricavi, dovrà versare un totale di 7.480 euro tra imposta (1.290 euro) e contributi (3.800 + 2.390 euro).

Applicando la riduzione del 35% dei contributi, i contributi da versare scenderanno a 4.023,50 euro (6.190 – 35%).

In questo caso, verserà un totale di 5.313,50 euro tra imposta (1.290 euro) e contributi ridotti.

Speriamo di averle dato i suggerimenti necessari per analizzare al meglio la sua situazione.

Ti è stato utile questo articolo? Condividilo!

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram

Le recensioni dei nostri utenti

FlexTax Guide

Ti aiutiamo a gestire la tua Partita Iva

Carrello
Prodotto non più disponibile, il carrello è vuoto.
Continua a fare acquisti
0
Torna su

Inizia a usare FlexTax

Scopri i vantaggi dell'innovativa piattaforma per Partite Iva.

Accesso Freemium

Registrati e accedi gratuitamente a servizi e strumenti di FlexTax

Accesso Plus

Se decidi di affidare la tua contabilità ai consulenti di FlexTax

E-Service

L’ E-commerce di servizi e strumenti per la gestione contabile e l’amministrazione aziendale.

Chi siamo


Esperti contabili, consulenti del lavoro, avvocati e un’azienda di innovazione digitale uniti per aiutare le imprese nella gestione della Partita Iva.