Conviene aprire Partita Iva forfettaria per collaborazione con associazioni del terzo settore?

  • Domande e Risposte

Sono una ragazza di 31 anni che da alcuni mesi collabora con associazioni del terzo settore per la realizzazione dei progetti che le associazioni portano avanti nel campo del sociale. Mi è stata proposta l’apertura della partita iva per la retribuzione delle mie attività legate al supporto e alla logistica delle diverse attività previste dai progetti. Organizzazione e coordinamento di attività laboratoriali, gestione della segreteria.
Vorrei capire quali sarebbero i costi che dovrei affrontare, se ci fosse la possibilità di avere delle agevolazioni. Quale sarebbe il codice ATECO per la mia attività? A quanto ammonterebbe il fisso INPS che dovrei pagare? Grazie anticipatamente per la disponibilità.

potrà aprire la sua Partita Iva adottando il seguente Codice Ateco, il quale può includere le varie attività da lei svolte:

  • 70.22.09 – Altre attività di consulenza imprenditoriale e altra consulenza amministrativo

che include:

-gestionale e pianificazione aziendale- consulenza, orientamento e assistenza operativa ad imprese private e al settore pubblico
– consulenza gestionale e consulenza direzionale: politica e strategia aziendale e di pianificazione, organizzazione, efficienza e controllo, gestione dell’informazione, sviluppo e ristrutturazione aziendale eccetera
– consulenza in materia di gestione finanziaria: predisposizione di metodi o procedure contabili, programmi di contabilizzazione delle spese, procedure di controllo di bilancio
– gestione tecnico-finanziaria degli scambi ed investimenti internazionali
– consulenza in materia di gestione del marketing: analisi e formulazione di una strategia di marketing, formulazioni di politiche in materia di servizio clienti, di prezzi, canali di pubblicità e distribuzione, design ecc
– consulenza in materia di gestione delle risorse umane: politiche, pratiche e procedure nel campo delle risorse umane; reclutamento, compensi, benefici, misurazione e valutazione delle prestazioni; adeguamento ai regolamenti governativi nell’ambito della salute, della sicurezza, delle retribuzioni e dell’equità di trattamento dei lavoratori eccetera
– consulenza in materia di gestione della produzione: miglioramento delle procedure e sistemi di produzione, automazione del processo di produzione, sicurezza, vigilanza e protezione degli impianti
– consulenza ed assistenza per il conseguimento di certificazioni di qualità
– consulenza sulle fasi di avvio di un’impresa (start up)

Potrà inoltre applicare il Forfettario per la sua attività se ne rispetta le condizioni d’accesso: Regime Forfettario 2020 nuovi limiti.

Il coefficiente di redditività associato a tale Codice è del 78%. Applicando questa percentuale ai ricavi che conseguirà, otterrà il reddito imponibile su cui calcolare imposta e contributi.

L’imposta sostitutiva è del 15%, con la possibilità di applicare la riduzione al 5% per i primi 5 anni di attività se ne rispetta le condizioni: Regime forfettario imposta sostitutiva 5 %

Aprendo la sua Partita Iva adottando il Codice Ateco riportato, si classificherà come Professionista e verserà i contributi alla Gestione Separata Inps per il 25,72% del suo reddito (ricavi x coefficiente del 78%).

Questo vuol dire che verserà i contributi in base ai suoi ricavi.

Se avrà piacere di avere una stima di imposta e contributi che dovrà versare ipotizzando i ricavi che conseguirà, potrà utilizzare il nostro Simulatore apertura Partita Iva su FlexTools.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accedi gratis al gestionale e ricevi la tua prima chiamata di assistenza

Crea il tuo Account Gratuito

Gestire la contabilità

A partire

259€

Anno / Iva Esclusa

Categorie

Guide utili

Gestire la contabilità può essere stressante.
Ti aiutiamo a rendere tutto più facile.

Articoli simili

Torna su

Parla gratis con un nostro esperto

Parla gratis con un nostro esperto