Con la doppia cittadinanza posso aprire Partita Iva in Italia?

  • Domande e Risposte

Vorrei aprire la partita IVA: sono ingegnere biomedico e lavoro come technical consultant. Sono Argentina con doppia cittadinanza e mi sono trasferita in Italia da poco. Ho fatto la libero professionista in Argentina per tre anni.
Sono ancora iscritta all’AIRE, non ho potuto fare il cambio di residenza per questa quarantena. Ma sono andata in Agenzia dell’Entrate con il mio passaporto e mi hanno dato il mio codice fiscale, con il mio indirizzo italiano. Non so se posso usarlo per aprire la partita IVA o devo fare prima il cambio di residenza. Inoltre, ho solo il mio passaporto come documento d’identità, perché non ho potuto chiedere ne la tessera sanitaria ne la carta d’identità per questa situazione del virus.
Ho bisogno di aprire la partita IVA al più presto perché proprio adesso non sono in grado di fatturare.

Da quanto ci ha descritto, avendo lei la doppia cittadinanza, potrà aprire la sua Partita Iva in Italia.

Per poter applicare il Regime Forfettario per la sua Partita Iva, dovrà rispettare tutte le condizioni che trova elencate qui: Regime Forfettario 2020 nuovi limiti.

Non avendo lei ancora ottenuto la residenza italiana e considerando il periodo di restrizioni nel quale ci troviamo a causa dell’emergenza Coronavirus, a nostro parere potrà aprire la sua Partita Iva adottando il Forfettario se non appena potrà effettuerà il cambio residenza in Italia (dovrà rispettare tutti i requisiti per la sua applicazione).

Dovrà essere sicura che non appena gli uffici competenti al cambio residenza riapriranno, lei proceda con la variazione.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accedi gratis al gestionale e ricevi la tua prima chiamata di assistenza

Crea il tuo Account Gratuito

Gestire la contabilità

A partire

259€

Anno / Iva Esclusa

Categorie

Guide utili

Gestire la contabilità può essere stressante.
Ti aiutiamo a rendere tutto più facile.

Articoli simili

Torna su

Parla gratis con un nostro esperto

Parla gratis con un nostro esperto