Che tipo di codice ateco corrisponde al mio lavoro di Influencer?

Categoria: Regime ForfettarioChe tipo di codice ateco corrisponde al mio lavoro di Influencer?
AvatarFlex Tax Staff asked 1 settimana ago

Lavoro con i social e fino ad oggi sono riuscita ad utilizzare la prestazione occasionale con ritenuta d’acconto, ma da quest’anno ho necessità di aprire partita IVA.
Avrei bisogno di sapere che tipo di codice ateco corrisponde al mio lavoro di Influencer (promozione di prodotti sui miei canali social). Cosa mi consigliate di fare?

Prima di aprire la sua Partita Iva, le consigliamo di controllare di non ricadere in nessuna delle cause di esclusione all’applicazione del Regime Forfettario che può trovare elencate qui: Regime Forfettario 2020 nuovi limiti.

L’attività di influencer è un’attività nuova, pertanto a livello fiscale non esiste ancora un inquadramento preciso.

A tal proposito, le può essere di aiuto il nostro articolo: Regime forfettario per influencer.

Potrà scegliere di adottare uno dei seguenti Codici Ateco:

  • 74.90.99 – Altre attività professionali nca

che include:

– attività di intermediazione aziendale, ad esempio per la compravendita di piccole e medie imprese, inclusi gli studi professionali (sono escluse  le attività di intermediazione immobiliare e assicurativo)
– attività di intermediazione per l’acquisto e la vendita di licenze d’uso
– attività peritali non inerenti al settore immobiliare o assicurativo (per antiquariato, gioielleria eccetera)
– attività dei periti calligrafici, sommelier eccetera
– agenzie finalizzate alla ricerca di acquirenti tra gli editori, produttori eccetera per i libri, le opere teatrali, le opere d’arte, le fotografie eccetera dei propri clienti
– servizi di gestione dei diritti d’autore e loro ricavi
– gestione dei diritti connessi alla proprietà industriale: licenze eccetera
– attività degli archeologi

[elementor-template id="101084"]

  • 73.11.01 – Ideazione di campagne pubblicitarie

che include:

– ideazione di campagne pubblicitarie: creazione e collocazione di pubblicità per giornali, periodici, radio, televisioni, internet ed altri mezzi di comunicazione
– creazione e strategia di diffusione di pubblicità esterna, ad esempio: cartelloni pubblicitari, pannelli pubblicitari, opuscoli, allestimento di vetrine, progettazione di sale d’esposizione, scritte pubblicitarie su autobus e autoveicoli eccetera
– creazione di stand ed altre strutture e spazi espositivi

  • 73.11.02 – Conduzione di campagne di marketing e altri servizi pubblicitari

che include:

–  conduzione di campagne pubblicitarie: collocazione di pubblicità in giornali, periodici, radio, televisioni, internet ed altri mezzi di comunicazione
– conduzione di campagne di marketing ed altri servizi pubblicitari mirati ad attirare e ad assicurare la fedeltà dei clienti
– promozione dei prodotti
– realizzazione di pubblicità aerea
– distribuzione o consegna di materiale pubblicitario o di campioni
– consulenza sulla disposizione dei prodotti all’interno del punto vendita
– realizzazione di pubblicità postale

Il coefficiente di redditività associato a tali Codici Ateco è del 78%: questo va applicato ai ricavi conseguiti per ottenere il reddito imponibile su cui calcolare imposta sostitutiva e contributi da versare.

Adottando uno dei primi due Codici Ateco, sarà classificata come Professionista e dovrà iscriversi alla Gestione Separata Inps, a cui versare i contributi per il 25,72% del suo reddito (ricavi x coefficiente di redditività del 78%).

Se adotta l’ultimo Codice Ateco riportato, il 73.11.02, dovrà iscriversi in Camera di Commercio e versare i contributi alla Gestione Artigiani e Commercianti Inps, secondo questa fascia di reddito:

  • per il reddito tra 0 e 15.878 euro: dovrà versare circa 3.800 euro di contributi fissi;
  • per il reddito superiore ai 15.878 euro: oltre ai contributi fissi, li verserà per circa il 24%.

Facendo parte della Gestione Artigiani e Commercianti Inps, potrà richiedere la riduzione del 35% dei contributi da versare. Per tutti gli approfondimenti: Regime forfettario riduzione contributi Artigiani e Commercianti.

In qualsiasi caso, dovrà versare l’imposta sostitutiva del 15%, con la possibilità però di applicare la riduzione al 5% per i primi 5 anni di attività se rispetta le condizioni che può trovare qui: imposta sostitutiva 5%.

Ti è stato utile questo articolo? Condividilo!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Ti aiutiamo a gestire la tua Partita Iva