Domande e Risposte

Bonus 200€, come fare se ho partita Iva e sono anche dipendente a tempo indeterminato?

Ho aperto partita iva a inizio aprile 2022 con iscrizione alla gestione separata INPS in quanto sono anche dipendente a tempo indeterminato. Ho ricevuto dall’azienda di cui sono dipendente comunicazione in merito alla possibilità di richiedere bonus di 200 euro in base al D.L. 50/2022

Ho un dubbio: dato che da aprile sono registrata con gestione separata INPS, il rimborso di questi 200 euro me lo può fare l’azienda di cui sono dipendente con la busta paga di luglio o devo procedere io con una richiesta diretta sul portale Inps visto che fino al 31 marzo non avevo partita iva?

Il bonus dei 200 euro sarà erogato una tantum automaticamente in busta paga nel mese di Luglio per i lavoratori dipendenti (con qualche eccezione per categoria): molto probabilmente le sarà fornita un’autocertificazione da compilare.

É stata predisposta una parte del fondo anche per i contribuenti in Partita Iva, ma ad oggi non sono state ancora rese pubbliche le modalità.

Si può presupporre che, essendo un aiuto per coloro i quali presentano difficoltà economiche in seguito al rincaro dei prezzi delle materie prime, bisognerà presentare domanda e rispettare determinati requisiti.

Per i lavoratori autonomi non è neppure certo che il limite di reddito sia pari a 35mila euro (come per i lavoratori dipendenti), rimandando il dettaglio al decreto attuativo, che deve essere pubblicato entro 30 giorni a partire dalla data di pubblicazione del DL Aiuti (in vigore dal 18 maggio): ad oggi non è ancora stato emanato il Decreto ufficiale.

Requisiti e criteri di domanda o erogazione del bonus 200 euro per le Partite Iva saranno dunque disponibili prossimamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *