Avvalersi di collaboratore in forfettario

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

come si può avvalersi di un collaboratore in regime forfettario? potrei aver bisogno del servizio di un freelancer, eventualmente sono responsabile fiscalmente anche di lui? se lui mi chiedesse 100€, posso tranquillamente fargli un bonifico senza preoccuparmi di come si comporta dal lato fiscale? 

Come avvalersi di un collaboratore in Regime forfettario?

A fronte di un pagamento effettuato ha due possibilità:

  • dovrà ricevere una ricevuta per la prestazione occasionale se il suo Freelancer non ha una Partita Iva;
  • le verrà emessa una fattura di acquisto se invece il Freelancer è titolare di Partita Iva.

Se il suo collaboratore agisce in qualità di soggetto privato, dovrà rilasciare una ricevuta di compenso occasionale nella quale dovrà certificare di non aver avuto altre collaborazioni autonome occasionali nell’anno che, sommate a quella che farà con lei, superino l’importo di € 5.000. Si accerti di questo perché, in caso contrario, dovrà versare i contributi all’Inps per il collaboratore con un’aliquota complessiva di circa il 35% (2/3 carico committente, 1/3 carico collaboratore).

La ricevuta non dovrà essere assoggettata a ritenuta d’acconto del 20% perché chi applica il regime forfettario non può mai rivestire la figura di sostituto d’imposta (fatta eccezione per i dipendenti regolarmente assunti). Al collaboratore non dovrà rilasciare la Certificazione Unica perché come forfettario non è tenuto all’adempimento, i compensi corrisposti dovranno essere pagati con metodi tracciabili.

Per i compensi erogati dovrà fornirci in occasione della dichiarazione dei redditi, l’elenco dei percettori compensi con indicazione del codice fiscale e dell’importo corrisposto. Tale dato verrà riportato in un’apposita sezione della dichiarazione dei redditi.

Le ricordo che il costo sostenuto per i collaboratori non potrà essere dedotto dal reddito imponibile, in quanto i costi, per chi applica il regime forfettario, sono calcolati mediante l’applicazione del coefficiente di redditività correlato con il proprio codice Ateco e non possono mai essere dedotti analiticamente e che per non uscire dal regime forfettario non dovrà superare complessivamente i 20.000 euro di compensi corrisposti nell’anno.

Il suo collaboratore, se privato, dovrà verificare se dovrà presentare la dichiarazione dei redditi. Non è responsabilità sua accertarsi che lui paghi le eventuali imposte. Lei deve solo farsi rilasciare la ricevuta come indicato sopra.

Adv

Gestire la contabilità
può essere stressante

Ti aiutiamo a rendere tutto più facile
Fai il primo passo