A fine anno quanto sarà il guadagno netto su 60.000 € di ricavi come Agente di Commercio?

  • Domande e Risposte

Se io ho entrate per 60.000 euro/annui andrò a pagare (agente di commercio con coeff.redditività al 62%): 5580 euro di reddito imponibile, 3800 inps fisso, 5150 inps variabile (24,01 della parte eccedente i 15.800 circa). Pertanto quello che mi rimane pulito a fine anno saranno circa 39.000 euro, a cui andrò ovviamente a togliere le spese sostenute (auto, benzina, telepass..) che non sono più deducibili/detraibili.

Come agente di commercio che adotta il Regime Forfettario, sul reddito imponibile (ricavi x coefficiente di redditività del 62%), dovrà versare:

  • imposta sostitutiva del 15% (o del 5%, se rispetta i requisiti che può trovare qui: Imposta sostitutiva 5%);
  • contributi fissi di 3.983,73 euro per il reddito da 0 a 16.243;
  • contributi del 24,48% per il reddito superiore ai 16.243 euro, oltre a quelli fissi.

Procediamo ora a farle l’esempio concreto, a fronte di 60.000 euro di ricavi e ipotizzando l’imposta sostitutiva al 15%.

Ricavi: 60.000 euro
Coefficiente di redditività: 62%
Reddito imponibile: 37.200 euro (60.000 x 62%)
Imposta sostitutiva del 15%: 5.580 euro (37.200 x 15%)
Contributi fissi: 3.983,73 euro
Contributi eccedenti il minimale: 5.130,27 euro (37.200 – 16.243 x 24.48%)

Ricavando 60.000 euro, dovrà versare un totale di circa 14.694 euro tra imposta e contributi (i calcoli fatti nell’esempio sono esatti, qui per comodità di trattazione abbiamo arrotondato).

Le resterebbero quindi “puliti” circa 45.000 euro (totale ricavi – imposta e contributi), a cui dovrà poi sottrarre le spese da lei realmente sostenute.

Le consigliamo, nel caso in cui lei non lo abbia già fatto, di richiedere all’Inps la riduzione dei contributi del 35%.

Tale richiesta può essere fatta entro il 28 Febbraio per l’anno stesso (ad esempio 28 Febbraio 2020 per applicare la riduzione per l’attività 2020).

La riduzione del 35% potrà applicarla alla totalità dei contributi e l’unico “svantaggio” da prendere in considerazione prevede che nel caso in cui con la riduzione non si arrivi a versare almeno il contributo fisso di circa € 3.9483.73 le settimane nell’anno accreditate ai fini pensionistici vengono ridotte. Nel suo caso, però, dato il suo reddito, anche se applicasse tale agevolazione contributiva verserebbe comunque circa € 5.830, pertanto pagherebbe meno contributi e non avrebbe nessuna riduzione delle settimane per la pensione.

Le ricordiamo inoltre che dovrà tenere in considerazione anche l’Enasarco.

Si affidati alla competenza di un commercialista online!

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accedi gratis al gestionale e ricevi la tua prima chiamata di assistenza

Crea il tuo Account Gratuito

Gestire la contabilità

A partire

259€

Anno / Iva Esclusa

Categorie

Guide utili

Gestire la contabilità può essere stressante.
Ti aiutiamo a rendere tutto più facile.

Articoli simili

Torna su

Parla gratis con un nostro esperto

Parla gratis con un nostro esperto