E’ possibile essere socio unico di una Srl e avere la partita iva?

  • Domande e Risposte

Sono con una p.iva con il regime dei minimi che mi scade quest’anno e al tempo stesso sono titolare e socio unico di una SRL, non so come muovermi per la questione di incompatibilità tra p.iva e SRL: in pratica dovrei alienare la società a fine 2019 oppure chiudere la p.iva? 

Data la sua situazione, possiamo dirle che la causa di esclusione per i soci di srl opera nel momento in cui si verifichi contemporaneamente il “controllo” della società e lo svolgimento di un’attività con Partita Iva individuale riconducibile a quella svolta dalla società.

A nostro parere, il “controllo” di una società si verifica solo se si possiede il 50%+1 della società stessa.

Considerare come “controllo” della srl il possesso di quote per il 50%+1 deriva dal fatto che solo con tale entità di quote si esercita effettivamente il “controllo” sulla società, diversamente si può avere una posizione di rilevanza ma non il controllo.

A nostro parere, dato che lei possiede più del 50% della srl, ne esercita il “controllo” e se l’attività della società risulta riconducibile a quella da lei svolta (elemento che non ci ha indicato), risulta incompatibile con il Regime forfettario e, una volta scaduto il Regime dei minimi, non potrà passare a tale Regime.

Essendo una norma di nuova introduzione per essere certi di cosa s’intenda per “controllo” e “attività riconducibile” si dovrà attendere la circolare interpretativa dell’Agenzia delle Entrate.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accedi gratis al gestionale e ricevi la tua prima chiamata di assistenza

Crea il tuo Account Gratuito

Gestire la contabilità

A partire

259€

Anno / Iva Esclusa

Categorie

Guide utili

Gestire la contabilità può essere stressante.
Ti aiutiamo a rendere tutto più facile.

Articoli simili

Torna su

Parla gratis con un nostro esperto

Parla gratis con un nostro esperto