Domande e Risposte

Come posso aprire Partita Iva per registrare basi musicali?

Come aprire Partita Iva per registrare basi musicali? Vorrei avviare una piccola attività di mix and master, registrazioni di canzoni e basi musicali, alcune persone verrebbero a registrare delle canzoni e/o farei il servizio di mix da remoto.

Come aprire Partita Iva per registrare basi musicali?

Se costituirà uno spazio dove effettuare mix e registrazioni di basi, dove anche altre persone andranno e a cui si rivolgeranno per creare i propri pezzi, l’attività sarà a tutti gli effetti quella di uno studio di registrazione e pertanto il Codice Ateco corretto da adottare è il:

  • 59.20.30 – Studi di registrazione sonora

– inclusa la registrazione su nastro (ossia, non dal vivo) di programmi radiofonici

Da quanto ci descrive non creerà unicamente pezzi musicali o basi, ma fornirà proprio un servizio ed in questo caso è fiscalmente corretto il codice riportato.

Il coefficiente di redditività associato a tale Codice è del 67%. Questo va applicato ai ricavi conseguiti per ottenere il reddito imponibile su cui calcolare imposta e contributi da versare.

L’imposta sostitutiva è del 15%, con la possibilità di applicare la riduzione al 5% per i primi 5 anni di attività se ne rispetta le condizioni:

Regime forfettario imposta sostitutiva 5 %

Dovrà inoltre versare i contributi alla Gestione Artigiani e Commercianti Inps, secondo questo schema di reddito (ricavi x coefficiente del 67%):

Iscriviti alla piattaforma FlexTax e ricevi gratis il libro
Scarica gratis ora

  • per il reddito compreso tra 0 e 18.415 euro: verserà contributi fissi di circa 4.427,04 euro;
  • per il reddito superiore ai 18.415 euro: oltre ai contributi fissi, li verserà per il 24%.

Essendo iscritti alla Gestione Artigiani e Commercianti Inps e applicando il Forfettario, potrà inoltre richiedere la riduzione del 35% dei contributi da versare.

Per tutti gli approfondimenti: 
Regime forfettario riduzione contributi Artigiani e Commercianti.

Le sottolineiamo infine che alcune Camere di Commercio richiedono precisa documentazione per poter svolgere tale attività: in questo caso, le suggeriamo di contattare direttamente quella della sua provincia per sapere se dispone di tutta la documentazione necessaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI SIMILI