Come ottengo il reddito imponibile in Forfettario

Regime Forfettario: come si calcola il reddito imponibile

Se adotti il regime Forfettario per la tua Partita Iva, verserai imposta sostitutiva e contributi previdenziali sul reddito imponibile.

Ma come ottengo il reddito imponibile in Forfettario? Per ottenerlo, devi fare un semplicissimo calcolo, ovvero moltiplicare ai ricavi dell’anno il coefficiente di redditività associato al Codice Ateco che hai adottato in fase di apertura della partita Iva.

Se dovessi avere più di un Codice Ateco con differenti coefficienti di redditività, alla fine dell’anno dovrai distinguere i ricavi percepiti dalle diverse attività e applicare il rispettivo coefficiente: in questo modo otterrai diversi redditi imponibili che, sommati tra loro, ti forniranno il reddito imponibile totale.

Regime Forfettario: coefficiente di redditività

Il coefficiente di redditività non è altro che una percentuale associata al tuo Codice Ateco, la quale nel Forfettario assume una valenza importante in quanto ti fornisce la percentuale di ricavi che saranno tassati, ovvero soggetti ad imposta e contributi.

Dall’altra parte, lo stesso coefficiente di redditività ti fornisce anche la percentuale di spesa forfettaria a te riconosciuta, in quanto adottando il Forfettario non avrai la possibilità di portare in detrazione/deduzione realmente alcuna voce di spesa sostenuta durante l’anno.

Esempio di calcolo reddito imponibile

Procediamo ora a farti un esempio di calcolo di reddito imponibile, supponendo tu sia un consulente informatico e abbia conseguito alla fine dell’anno 25.000 euro di ricavi.

Ricevi gratuitamente la tua prima chiamata di assistenza

Attiva ora il tuo account gratuito

Codice Ateco consulente informatico: 62.02.00

Ricavi: 25.000 euro

Coefficiente di redditività: 67%

Reddito imponibile: 16.750 euro (25.000 euro x 67%)

Spesa forfettaria riconosciuta: 8.250 euro

Pertanto, il reddito imponibile di un consulente informatico che ha conseguito 25.000 euro di ricavi alla fine dell’anno ammonta a 16.750 euro mentre 8.250 euro saranno considerati spesa forfettaria sostenuta e quindi esenti da tassazione.

In altre parole, il 67% dei tuoi ricavi sarà tassato, mentre il 33% no e sarà considerato totale forfettario di spesa da te avuta durante l’anno.

Articoli utili:

Requisiti Regime Forfettario

Regime Forfettario imposta sostitutiva al 5%

Regime Forfettario vantaggi

Regime Forfettario quando conviene?

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
Elisa di FlexTax

Elisa di FlexTax

Ti è stato utile questo articolo? Condividilo!

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email

Articoli suggeriti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ricevi gratuitamente la tua prima chiamata di assistenza
Crea il tuo
Account Gratuito

Facebook

Le recensioni dei nostri utenti

FlexTax Guide

Ti aiutiamo a gestire la tua Partita Iva

Carrello
Prodotto non più disponibile, il carrello è vuoto.
Continua a fare acquisti
0
Torna su

Parla gratis con un nostro esperto

Parla gratis con un nostro esperto

Iscriviti gratis

Inizia a usare FlexTax

Scopri i vantaggi dell'innovativa piattaforma per Partite Iva.

Accesso Freemium

Registrati e accedi gratuitamente a servizi e strumenti di FlexTax

Accesso Plus

Se decidi di affidare la tua contabilità ai consulenti di FlexTax

E-Service

L’ E-commerce di servizi e strumenti per la gestione contabile e l’amministrazione aziendale.

Chi siamo


Esperti contabili, consulenti del lavoro, avvocati e un’azienda di innovazione digitale uniti per aiutare le imprese nella gestione della Partita Iva.