Come mi devo comportare, se aprirò Partita Iva per gestire l’attività di affittacamere con Airbnb?

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

Ho un appartamento che gestisco come locazione turistica esclusivamente mediante Airbnb. Ora ho deciso aprire Partita Iva.

Devo emettere fattura? Mi sapreste dare dettagli riguardo? Che importi devo fatturare? Chi è il destinatario? Airbnb o il cliente?

Nel momento in cui svolge attività di affitti brevi in Partita Iva, il comportamento fiscale da utilizzare è il seguente:

  • emettere fattura agli ospiti e non alla piattaforma;
  • se l’ospite non richiede la fattura, deve comunque rilasciare al cliente uno scontrino fatto con la procedura online dell’Agenzia delle Entrate o emesso con un registratore di cassa telematico, in alternativa può rilasciare sempre la fattura anche se non espressamente richiesta: in questo modo evita la complicazione dello scontrino telematico;
  • all’ospite va fatturato l’intero importo del soggiorno più le tasse locali (tassa di soggiorno) che andranno esposte come anticipazione spese e non saranno assoggettate a imposta: dovrà inserirle nella sezione “Spese anticipate fuori campo Iva“;
  • le fatture delle commissioni che paga alle piattaforme, non hanno l’Iva esposta e devono essere integrate con l’Iva italiana emettendo un’autofattura elettronica e trasmetterla come fa con le fatture. Il gestionale la recapiterà dove ha le fatture di acquisto. In questo modo potrà compensare l’Iva a credito e a debito.
Guida Facile al Regime Forfettario

Iscriviti alla piattaforma FlexTax e ricevi gratis il libro
Scarica gratis ora

Se la tassa di soggiorno la trattiene Airbnb non deve inserirla in fattura.

La fattura dovrà essere solo al lordo delle commissioni di Airbnb: la tassa di soggiorno dovrà essere fatturata da Airbnb che la riscuote e la versa per suo conto.

La tassa di soggiorno sia che sia riscossa da Airbnb, sia che sia direttamente riscossa da lei, non va mai a reddito, se la riscuote Airbnb non la inserisca in fattura, se dovesse riscuoterla lei la inserisca nella voce “Spese anticipate”.

2 commenti
"Come mi devo comportare, se aprirò Partita Iva per gestire l’attività di affittacamere con Airbnb?"
  1. Ignazio Carlo Antonio
    Ignazio Carlo Antonio

    Le indicazioni fornite sono chiare e rispondenti alla fattispecie. Mi permetto di aggiungere, tuttavia, che in relazione all’obbligo della fatturazione elettronica dal 01.01.2024, anche per i forfettari, non mancano le perplessità su come procedere nei confronti degli ospiti che quasi sempre sono stranieri e a volte anche extracomunitari.
    Sarei grato per un vostro parere al riguardo.
    Cordiali saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adv

Gestire la contabilità
può essere stressante

Ti aiutiamo a rendere tutto più facile
Fai il primo passo