Come gestire partita Iva se lavoro con Patreon, Mym, Onlyfans? - Flextax.it

Come gestire partita Iva se lavoro con Patreon, Mym, Onlyfans?

Sono una modella con partita Iva aperta l’anno scorso, codice ateco 47.91.10 regime forfettario. Vendo video con fatture regolari in Italia. Sono video girati da me, su richiesta, o foto per clienti. Ho la partita Iva per vendita di commercio al dettaglio online (appunto di video e contenuti digitali) poiché  sto aprendo un sito e-commerce per evitare di chiedere personalmente alle persone i dati per le fatture. I siti ad abbonamento appunto trattano lo stesso tema ovvero abbonamento mensile da parte del cliente per vedere i miei contenuti, pagare mance o acquistare contenuti personalizzati

Ma ho un dubbio perché ho degli account su profili ad abbonamento che mi fanno guadagnare ma con sedi non in Italia:

  • Patreon (sede California)

  • Mym (sede Francia)

  • Onlyfans (sede Inghilterra)

Per fare la dichiarazione dei redditi devo fare qualche procedura particolare? La mia attività codice ateco va bene anche per queste cose o devo aprire un’altra partita Iva?

 

Il Codice Ateco da lei adottato non risulta corretto, in quanto lei non compra e rivende un oggetto/prodotto, bensì lo realizza direttamente lei.

Il Codice Ateco da lei adottato, il 47.91.10, è infatti riservato unicamente alla compravendita online, attività non svolta da lei.

Per l’attività descritta, le suggeriamo invece di adottare il seguente Codice Ateco:

  • 90.01.09 – Altre rappresentazioni artistiche

che include:

– rappresentazioni di concerti, di opere liriche o di balletti e di altre produzioni artistiche: attività di gruppi, circhi o di compagnie, di orchestre o di complessi musicali, attività di artisti individuali quali ballerini, musicisti, cantanti, disk-jockey, conferenzieri o oratori, modelle, controfigure

Ricevi gratuitamente la tua prima chiamata di assistenza

Attiva ora il tuo account gratuito

Il coefficiente di redditività associato a tale Codice è del 67%: questo va applicato ai ricavi conseguiti per ottenere il reddito imponibile su cui calcolare imposta e contributi da versare.

Se continua a rispettare i requisiti per l’applicazione del Forfettario, potrà continuare ad adottarlo per la sua Partita Iva.

La variazione del Codice Ateco non è infatti di impedimento all’adozione del Forfettario.

Avendo lei la partita Iva, tutti i ricavi percepiti in partita Iva andranno dichiarati nella Dichiarazione dei redditi che presenterà a giugno dell’anno successivo a quello nel quale ha percepito i suddetti ricavi.

Pertanto, avendo lei aperto la partita Iva l’anno scorso, a giugno di quest’anno dovrà presentare la Dichiarazione dei redditi percepiti l’anno scorso.

Le ricordiamo infine che essendo lei iscritta in camera di Commercio, durante l’anno dovrà effettuare i versamenti dei contributi fissi: l’ultima rata dei contributi fissi per l’anno 2020 è in scadenza il 16 febbraio.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
Marilisa di FlexTax

Marilisa di FlexTax

Ti è stato utile questo articolo? Condividilo!

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email

Articoli suggeriti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Fatture Elettroniche
#NoProblem
50€ di sconto sui servizi
+ 1000 fatture elettroniche
Ricevi gratuitamente la tua prima chiamata di assistenza
Crea il tuo
Account Gratuito

Facebook

Le recensioni dei nostri utenti

FlexTax Guide

Ti aiutiamo a gestire la tua Partita Iva

Carrello
Prodotto non più disponibile, il carrello è vuoto.
Continua a fare acquisti
0
Torna su

Parla gratis con un nostro esperto

Parla gratis con un nostro esperto

Iscriviti gratis

Inizia a usare FlexTax

Scopri i vantaggi dell'innovativa piattaforma per Partite Iva.

Accesso Freemium

Registrati e accedi gratuitamente a servizi e strumenti di FlexTax

Accesso Plus

Se decidi di affidare la tua contabilità ai consulenti di FlexTax

E-Service

L’ E-commerce di servizi e strumenti per la gestione contabile e l’amministrazione aziendale.

Chi siamo


Esperti contabili, consulenti del lavoro, avvocati e un’azienda di innovazione digitale uniti per aiutare le imprese nella gestione della Partita Iva.