Come conservare le fatture elettroniche

Fatture elettroniche: come e dove si conservano?

Al giorno d’oggi, i titolari di Partita Iva sono obbligati a emettere, nei confronti dei loro clienti, fatture elettroniche, salvo alcuni casi specifici nei quali è ancora possibile emettere fattura cartacea. Di seguito ti illustreremo come conservare le fatture elettroniche.

La fattura elettronica prevede l’invio della fattura in formato digitale. Anche la conservazione della stessa deve avvenire telematicamente.

Vediamo pertanto in questo articolo come conservare le fatture elettroniche emesse e ricevute.

Conservare una fattura elettronica non vuol dire semplicemente salvarla sul computer, bensì bisogna attivare un processo di conservazione elettronica a norma: questo, infatti, permetterà che le fatture non vengano mai perse, con la possibilità di conseguenza che siano sempre visionabili, rintracciabili nel tempo e scaricabili.
Il servizio di conservazione delle fatture viene fornito da diversi soggetti:

  • operatori privati certificati, i quali offrono la possibilità di conservare le fatture attraverso i loro sistemi a seguito del pagamento di una quota annuale/mensile;
  • l’Agenzia delle Entrate, la quale mette gratuitamente a disposizione un servizio di conservazione elettronica a norma per tutte le fatture emesse e ricevute elettronicamente attraverso il Sistema di Interscambio, attraverso la sezione “Fatture e Corrispettivi”.

Il servizio di conservazione delle fatture elettroniche deve garantire l’identificazione della fattura, la sua integrità, la leggibilità e la reperibilità delle suddette fatture in caso di necessità.

Si presume che, con la nuova Legge di Bilancio anche i Forfettari saranno obbligati a emettere solo fatture elettroniche e ad abbandonare quelle cartacee. Come per gli altri contribuenti con Partita Iva, anche per i Forfettari la conservazione delle fatture avverrà allo stesso modo.

Ricevi gratuitamente la tua prima chiamata di assistenza

Attiva ora il tuo account gratuito

Anche attraverso FlexSuite la piattaforma per le piccole e medie imprese di FlexTax  c’è la possibilità di creare e ricevere le fatture in formato elettronico. Chi usa FlexSuite per gestire le proprie fatture elettroniche non deve pagare nessun abbonamento, ma solamente ricariche in base all’effettivo utilizzo delle fatture emesse e ricevute, questo perché il gestionale per la fatturazione di FlexSuite (FlexInvoice) non effettua la conservazione delle fatture, che viene gestita in automatico dall’Agenzia delle Entrate. In questo modo i nostri utenti possono evitare di pagare un abbonamento di almeno 10 anni, anche in caso di chiusura della propria partita Iva.

Inizia subito ad usare FlexSuite per l’invio e la ricezione delle tue fatture elettroniche. 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
Rachele di FlexTax

Rachele di FlexTax

Ti è stato utile questo articolo? Condividilo!

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email

Articoli suggeriti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ricevi gratuitamente la tua prima chiamata di assistenza
Crea il tuo
Account Gratuito

Facebook

Le recensioni dei nostri utenti

FlexTax Guide

Ti aiutiamo a gestire la tua Partita Iva

Carrello
Prodotto non più disponibile, il carrello è vuoto.
Continua a fare acquisti
0
Torna su

Parla gratis con un nostro esperto

Parla gratis con un nostro esperto

Iscriviti gratis

Inizia a usare FlexTax

Scopri i vantaggi dell'innovativa piattaforma per Partite Iva.

Accesso Freemium

Registrati e accedi gratuitamente a servizi e strumenti di FlexTax

Accesso Plus

Se decidi di affidare la tua contabilità ai consulenti di FlexTax

E-Service

L’ E-commerce di servizi e strumenti per la gestione contabile e l’amministrazione aziendale.

Chi siamo


Esperti contabili, consulenti del lavoro, avvocati e un’azienda di innovazione digitale uniti per aiutare le imprese nella gestione della Partita Iva.