Come aprire partita Iva in regime forfettario per svolgere attività di consulente legale e infortunistica stradale?

  • Domande e Risposte

É mia intenzione aprire partita iva relativa a consulenza legale e infortunistica stradale, usando il regime forfettario e per quanto concerne il pagamento dei contributi previdenziali, premesso che ho già 54 anni vorrei pagarli in base a quello che guadagno.

 

Le indichiamo che, se vorrà adottare il regime Forfettario per la sua Partita Iva dovrà sincerarsi di rispettare tutti i requisiti da esso previsti: Limiti regime forfettario

Per l’attività di consulenza legale è necessaria l’adozione del codice Ateco:

  • 69.10.10 – Attività degli studi legali;

Se potrà adottare il regime Forfettario, il reddito imponibile si calcolerà applicando ai ricavi dell’anno (intesi come fatture incassate) il coefficiente di redditività: percentuale associata al suo codice Ateco che in questo caso è del 78%.

Il suddetto codice Ateco prevede:

  • l’iscrizione all’Albo professionale;
  • l’iscrizione alla Cassa Forense alla quale dovrà versare i contributi. Le consigliamo di contattare direttamente la cassa per maggiori dettagli.

Se non è ancora iscritto all’Albo, potrà adottare momentaneamente il codice Ateco:

  • 74.90.99 – Altre attività professionali nca; coefficiente di redditività del 78%.

In questo modo potrà fatturare le sue prestazioni professionali generiche ma, sotto l’aspetto di esercizio della professione, non potrà fatturare prestazioni come “legale” fino a quando non sarà iscritto all’Ordine che l’abiliterà alla professione.

Per l’attività di infortunistica stradale dovrà adottare il codice Ateco:

  • 82.99.40 – Richiesta certificati e disbrigo pratiche; coefficiente di redditività del 67%.

Per questa attività dovrà verificare di essere in possesso dei requisiti previsti. Le consigliamo pertanto di rivolgersi al Comune di competenza per maggiori informazioni.

I suddetti codici Ateco prevedono l’iscrizione alla Gestione Separata Inps verso la quale dovrà versare i contributi nella misura del 26,23% del suo reddito.

Il regime Forfettario prevede inoltre il versamento di un’unica imposta con aliquota al 15%, che potrà essere ridotta al 5% per i primi cinque anni di attività se rispetta alcune condizioni: Regime forfettario imposta sostitutiva 5%

Le indichiamo che, se le due attività prevedono coefficienti di redditività diversi, per il calcolo del reddito imponibile, dovrà separare i ricavi, applicare i rispettivi coefficiente e poi sommare i totali.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accedi gratis al gestionale e ricevi la tua prima chiamata di assistenza

Crea il tuo Account Gratuito

Gestire la contabilità

A partire

259€

Anno / Iva Esclusa

Categorie

Guide utili

Gestire la contabilità può essere stressante.
Ti aiutiamo a rendere tutto più facile.

Articoli simili

Torna su

Parla gratis con un nostro esperto

Parla gratis con un nostro esperto