Come aprire partita Iva in regime forfettario per svolgere attività di consulente legale e infortunistica stradale?

É mia intenzione aprire partita iva relativa a consulenza legale e infortunistica stradale, usando il regime forfettario e per quanto concerne il pagamento dei contributi previdenziali, premesso che ho già 54 anni vorrei pagarli in base a quello che guadagno.

 

Le indichiamo che, se vorrà adottare il regime Forfettario per la sua Partita Iva dovrà sincerarsi di rispettare tutti i requisiti da esso previsti: Limiti regime forfettario

Per l’attività di consulenza legale è necessaria l’adozione del codice Ateco:

  • 69.10.10 – Attività degli studi legali;

Se potrà adottare il regime Forfettario, il reddito imponibile si calcolerà applicando ai ricavi dell’anno (intesi come fatture incassate) il coefficiente di redditività: percentuale associata al suo codice Ateco che in questo caso è del 78%.

Il suddetto codice Ateco prevede:

  • l’iscrizione all’Albo professionale;
  • l’iscrizione alla Cassa Forense alla quale dovrà versare i contributi. Le consigliamo di contattare direttamente la cassa per maggiori dettagli.

Se non è ancora iscritto all’Albo, potrà adottare momentaneamente il codice Ateco:

Ricevi gratuitamente la tua prima chiamata di assistenza

Attiva ora il tuo account gratuito

  • 74.90.99 – Altre attività professionali nca; coefficiente di redditività del 78%.

In questo modo potrà fatturare le sue prestazioni professionali generiche ma, sotto l’aspetto di esercizio della professione, non potrà fatturare prestazioni come “legale” fino a quando non sarà iscritto all’Ordine che l’abiliterà alla professione.

Per l’attività di infortunistica stradale dovrà adottare il codice Ateco:

  • 82.99.40 – Richiesta certificati e disbrigo pratiche; coefficiente di redditività del 67%.

Per questa attività dovrà verificare di essere in possesso dei requisiti previsti. Le consigliamo pertanto di rivolgersi al Comune di competenza per maggiori informazioni.

I suddetti codici Ateco prevedono l’iscrizione alla Gestione Separata Inps verso la quale dovrà versare i contributi nella misura del 26,23% del suo reddito.

Il regime Forfettario prevede inoltre il versamento di un’unica imposta con aliquota al 15%, che potrà essere ridotta al 5% per i primi cinque anni di attività se rispetta alcune condizioni: Regime forfettario imposta sostitutiva 5%

Le indichiamo che, se le due attività prevedono coefficienti di redditività diversi, per il calcolo del reddito imponibile, dovrà separare i ricavi, applicare i rispettivi coefficiente e poi sommare i totali.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Marilisa di FlexTax

Marilisa di FlexTax

Ti è stato utile questo articolo? Condividilo!

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email

Articoli suggeriti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ricevi gratuitamente la tua prima chiamata di assistenza
Crea il tuo
Account Gratuito

Facebook

Le recensioni dei nostri utenti

FlexTax Guide

Ti aiutiamo a gestire la tua Partita Iva

Carrello
Prodotto non più disponibile, il carrello è vuoto.
Continua a fare acquisti
0
Torna su

Parla gratis con un nostro esperto

Parla gratis con un nostro esperto

Iscriviti gratis

Inizia a usare FlexTax

Scopri i vantaggi dell'innovativa piattaforma per Partite Iva.

Accesso Freemium

Registrati e accedi gratuitamente a servizi e strumenti di FlexTax

Accesso Plus

Se decidi di affidare la tua contabilità ai consulenti di FlexTax

E-Service

L’ E-commerce di servizi e strumenti per la gestione contabile e l’amministrazione aziendale.

Chi siamo


Esperti contabili, consulenti del lavoro, avvocati e un’azienda di innovazione digitale uniti per aiutare le imprese nella gestione della Partita Iva.