Codice Ateco per Veterinari, aprire la Partita Iva

Anche il Veterinario, figura definita simpaticamente come il “Dottore degli animali”, per la corretta apertura della sua Partita IVA ha la necessità di conoscere il Codice Ateco di riferimento per la sua professione.

Il Codice Ateco di riferimento per la professione di Veterinario è il seguente:

  • 75.00.00 Servizi veterinari.

Con tale numero identificativo, si potranno svolgere le seguenti mansioni:

-Cura e controllo della salute del bestiame.

– Cura e controllo della salute degli animali da compagnia.

– Attività svolte da veterinari qualificati in cliniche veterinarie o presso fattorie, canili o ricoveri per animali, ambulatori veterinari o altro.

– Attività di assistenti veterinari o personale veterinario ausiliario.

– Attività cliniche e altre attività diagnostiche relative agli animali.

– Servizi di ambulanza veterinaria.

Contributi per Veterinari

Per un professionista Veterinario dotato di Partita IVA, è prevista l’iscrizione alla Cassa Previdenziale di riferimento identificata con l’acronimo di ENPAV, (Ente Nazionale Di Previdenza E Assistenza Veterinari).

Il codice Ateco per il Veterinario, ovvero 75.00.00, prevede un Coefficiente di Redditività pari al 78% .

I Contributi invece, andranno versati alla Cassa Previdenziale che ha una sua politica interna e quindi un sistema di regole proprie consultabili qui: Contribuzione Enpav

Se rispetta tutte le condizioni e non rientra nelle cause di esclusione, il Veterinario può aderire al Regime Forfettario e avvalersi di interessanti benefici fiscali.

Codice Ateco per Veterinari: Esempio

Nel Regime Forfettario, il Reddito Imponibile viene calcolato attraverso il Coefficiente di Redditività che, come detto nel precedente paragrafo, per i Veterinari è del 78%.

In seguito viene calcolata anche l’Imposta Sostitutiva del 15%, oppure per i primi 5 anni di attività del 5% se si rispettano determinate condizioni

Per chiarire al meglio quanto detto fin’ora, di seguito riportiamo un semplice esempio.

Esempio:

Il veterinario Giovanni, nel corso del suo anno lavorativo, è riuscito ad ottenere ricavi per 23.000€.

Ricavi: 23.000€

Coefficiente di Redditività: 78%

Reddito Imponibile: 17.940€ (23.000€ X 78%)

Imposta Sostitutiva 15%:  2.691€ (17.940€ X 15%)

NB: Per il calcolo del Reddito Imponibile e dell’Imposta Sostitutiva abbiamo omesso, per rendere l’esempio più facile da capire, la deduzione dei contributi pagati nell’anno. 

Se hai bisogno di ulteriori informazioni riguardanti il Regime forfettario o la Flat Tax 2020, puoi richiedere assistenza ai nostri esperti.

Quanto è stato utile questo articolo? Vota. 

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (5 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...

Regime forfettario veterinario 

Cos’è e come funziona la Flat Tax 2019 e 2020?

Regime forfettario indicazione in fattura

Passare al Regime forfettario dal Regime semplificato

Commercialista Regime forfettario