Calcolo tasse ed esempi per rider in Forfettario

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

All’interno della piattaforma FlexSuite puoi anche simulare le tasse da pagare, scaricare guide fiscali, utilizzare il gestionale di fatturazione e molto altro.

Calcolo tasse ed esempi per rider in Forfettario

Rider in Forfettario: calcolo tasse ed esempi

Abbiamo intitolato questo articolo “Calcolo tasse ed esempi per rider in Forfettario” proprio perché ti mostreremo alcuni esempi pratici che ti aiuteranno a capire come avviene il calcolo delle tasse per i rider in Forfettario.
Dunque, quali tasse devi pagare se hai la Partita Iva come rider in Regime forfettario?
Dovrai versare:

L’imposta sostitutiva del 15% (si può ridurre al 5%, se rispetti alcuni requisiti);

I contributi previdenziali obbligatori.

Entrambi saranno calcolati sulla base del tuo reddito imponibile: questo si ottiene applicando ai ricavi ottenuti alla fine dell’anno il coefficiente di redditività, che per te che sei un rider è del 67%.
I contributi previdenziali che dovrai versare dipendono da come ti configuri in fase di apertura di Partita Iva: puoi infatti avviare la tua attività come rider Professionista o come rider Commerciante.

  • Se sei un rider Professionista dovrai iscriverti alla Gestione Separata Inps e versare lì i contributi obbligatori.

    Calcola gratis le tasse da pagare e richiedi assistenza fiscale​

    Inizia Gratis
  • Se sei un rider Commerciante ti iscriverai:

– alla Camera di Commercio (e versare annualmente il diritto camerale);

– alla Gestione Artigiani e Commercianti Inps.

Nei paragrafi successivi procederemo ad analizzare entrambi i casi.

Esempio calcolo tasse per rider Professionista

Come rider Professionista iscritto alla Gestione Separata Inps, dovrai versare i contributi previdenziali con l’aliquota del 26,07% del tuo reddito (ricavi x coefficiente di redditività del 67%).
Ricorda che essendo Professionista non dovrai versare i contributi fissi (come fanno i Commercianti).
Ti riportiamo ora un esempio, supponendo che tu abbia guadagnato 15.000 euro.

Ricavi: 15.000 euro
Coefficiente di redditività: 67%
Reddito imponibile: 10.050 euro (15.000 x 67%)
Imposta sostitutiva del 15%: 1.507,50 euro (10.050 x 15%)
Contributi previdenziali 26,07%: 2.620,03 euro (10.050 x 26,07%)

Quindi, se come rider Professionista hai conseguito 15.000 euro di ricavi in un anno di attività, dovrai versare tra imposta (1.507,50 euro) e contributi (2.620,03 euro) un totale di 4.127,53 euro.

Esempio calcolo tasse per rider Commerciante

Classificandoti, invece, come rider Commerciante, dovrai versare contributi fissi obbligatori alla Gestione Artigiani e Commercianti Inps, indipendentemente dal reddito che consegui, infatti:

  • Se il tuo reddito va da 0 a 18.415 euro, dovrai versare 4.515,43 euro di contributi fissi;
  • Se il tuo reddito, invece, supera i 18.415 euro, oltre i contributi fissi sul minimale, dovrai versare quelli sul reddito eccedente, con l’aliquota del 24%.

Facendo parte della Gestione Artigiani e Commercianti Inps, potrai richiedere la riduzione del 35% dei contributi, collegandoti direttamente al sito dell’Inps.
N.B: se grazie alla riduzione del 35% non versi almeno 4.515,43 euro, ti verranno accreditate meno settimane annuali ai fini pensionistici.

Ti facciamo ora due esempi, per entrambe le condizioni sopra citate:

Esempio 1 (sotto i 18.415 euro):
Ricavi: 15.000 euro
Coefficiente di redditività: 67%
Reddito imponibile: 10.050 euro (15.000 x 67%)
Imposta sostitutiva 15%: 1.507,50 euro (10.050 x 15%)
Contributi fissi: 4.515,43 euro

Esempio 2 (sopra i 18.415 euro):
Ricavi: 30.000 euro
Coefficiente di redditività: 67%
Reddito: 20.100 euro (30.000 x 67%)
Imposta sostitutiva 15%: 3.015 euro (20.100 x 15%)
Contributi fissi: 4.515,43 euro
Contributi sul reddito eccedente il minimale: 623,04 euro (20.100 – 17.504 x 24%)

Fattura come rider in Forfettario

Quando emetterai fattura in Forfettario, dovrai comunicare ai clienti che adotti il Regime Forfettario inserendo questa dicitura obbligatoria:
Operazione effettuata ai sensi dell’articolo 1, commi da 54 a 89, della Legge n.190/2014 e successive modificazioni”.

Sarai inoltre esonerato dall’applicazione dell’Iva e di conseguenza, per tutte le fatture che emetti con importi dai 77,47 euro in su, dovrai assolvere l’imposta di bollo, una marca da bollo del valore di 2 euro.

Per questo motivo in fattura inserirai la dicituraImposta di bollo num. (ID)…………. assolta sull’originale”.

Infine, se sei Professionista, ricordati che puoi richiedere la non applicazione della ritenuta d’acconto, e in questo ultimo caso dovrai inserire questa voce:

Si richiede la non applicazione della ritenuta alla fonte a titolo di acconto ai sensi dell’art.1 comma 67 della Legge n.190/2014 e successive modificazioni”.

Ricorda che dal 1° gennaio 2024, tutti i contribuenti hanno l’obbligo di fatturazione elettronica.

N.B: i Professionisti iscritti alla Gestione Separata Inps hanno la possibilità di inserire in fattura la rivalsa del 4% Inps.

Esempio fattura rider Commerciante

Fattura - Commercianti-rider

 

Esempio fattura rider Professionista

Fattura- rider

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI SIMILI