Calcolo tasse ed esempi in Forfettario per tatuatori, quanto pago - Flextax.it

Calcolo tasse ed esempi in Forfettario per tatuatori

Tatuatori: Calcolo tasse ed esempi in Forfettario

Un tatuatore che rientra nel Regime forfettario quanto deve versare di tasse?

In forfettario sarai tenuto a versare:

  • i contributi previdenziali obbligatori.

Il calcolo di imposta e contributi avviene attraverso l’applicazione del coefficiente di redditività ai ricavi conseguiti l’anno precedente, che per te che sei un tatuatore ha l’aliquota del 67%. Si ottiene così il reddito imponibile lordo, dal quale si deducono i contributi obbligatori versati nell’anno, giungendo al reddito imponibile netto.

A questo si potrà applicare l’aliquota d’imposta al 15% o al 5%, il cui risultato corrisponde all’importo da versare.

Per quanto riguarda i contributi, dovrai versarli alla Gestione Artigiani e Commercianti Inps. Quanto paga un tatuatore di contributi obbligatori Inps?

Il calcolo avviene in base al reddito:

Ricevi una chiamata gratuita di assistenza fiscale entro 1-48 ore

Attiva ora il tuo account gratuito

  • contributo fisso di circa 3.840 euro fino ad un reddito minimale di 15.953,00 euro;
  • contributi calcolati applicando il 24% circa sulla parte di reddito compresa tra 15.953,01 euro e 47.143,00 euro;
  • contributi determinati con aliquota al 25% circa sulla parte di reddito tra 47.143,01 euro e 78.572,00 euro.

N.B.: € 78.752,00 è il reddito massimale, oltre il quale non si pagano più contributi. Ricorda che per i lavoratori con anzianità contributiva decorrente dal 1° Gennaio 1996 il reddito massimale è pari 102.543,00 euro.

Inoltre, Artigiani e Commercianti possono richiedere la riduzione del 35% sui contributi Inps da versare, rischiando però di vedersi ridotte anche le settimane accreditate ai fini pensionistici.

Esempi tasse per tatuatori Artigiani/Commercianti

Dopo averti ricordato che i tatuatori Artigiani/Commercianti devono iscriversi in Camera di Commercio e quindi versare il diritto camerale annuale, procediamo col calcolo tasse ed esempi in Forfettario per tatuatori.

Esempio tasse per redditi fino a € 15.953:

Ricavi: € 18.000
Coefficiente di redditività: 67%
Reddito: € 12.060 (18.000 x 67%)
Imposta sostitutiva del 15%: € 1.809 (12.060 x 15%)
Contributi fissi: € 3.840

Esempio tasse per redditi fino a € 47.143:

Ricavi: € 55.000
Coefficiente di redditività: 67%
Reddito: € 36.850 (55.000 x 67%)
Imposta sostitutiva del 15%: € 5.527,50 (36.850 x 15%)
Contributi fissi (sul reddito minimale): € 3.840
Contributi oltre il reddito minimale: € 5.015,28 (36.850 – 15.953 x 24%)

Esempio tasse per redditi oltre € 47.143 fino a € 78.572:

Ricavi: € 85.000
Coefficiente di redditività: 67%
Reddito: € 56.950 (85.000 x 67%)
Imposta sostitutiva del 15%: € 8.542,50 (56.950 x 15%)
Contributi fissi (sul reddito minimale): € 3.840
Contributi oltre il reddito minimale: € 7.485,60 (47.143 – 15.953 x 24%)
Contributi oltre € 47.143: € 2.451,75 (56.950 – 47.143 x 25%)

N.B.: con ricavi pari a € 85.000 si supererebbe il limite di € 65.000, quindi l’anno successivo non si potrebbe più adottare il Forfettario.

Fattura come tatuatore

Da quando è entrata in vigore la fatturazione elettronica, ossia dal 1 ° Gennaio 2019, tutti i contribuenti in Partita Iva sono obbligati ad emettere fattura telematica. Non proprio tutti però: chi rientra infatti nel Regime Forfettario ne è esonerato, potendo così scegliere come fatturare.

In ogni caso, il contribuente deve indicare ai propri clienti che il suo Regime di appartenenza è il Forfettario utilizzando questa dicitura: “Operazione effettuata ai sensi dell’articolo 1, commi da 54 a 89, della Legge n. 190/2014 e successive modificazioni”.

Tra i numerosi vantaggi offerti dal Regime forfettario, la non applicazione dell’Iva è sicuramente tra i più interessanti: quando emetti fattura non devi aggiungere l’Iva in addebito al tuo cliente e ti basterà assolvere l’imposta di bollo da 2 euro per le fatture superiori ai 77,47 euro, inserendo la seguente voce obbligatoria: “Imposta di bollo da 2 euro assolta sull’originale per importi maggiori di 77,47 euro”.

Esempio fattura Artigiano

Fattura - Artigiani-tatuatori

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Elisa di FlexTax

Elisa di FlexTax

Ti è stato utile questo articolo? Condividilo!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email

Articoli suggeriti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi gratuitamente la tua prima chiamata di consulenza fiscale e assistenza sugli strumenti FlexTax entro 1-48 ore
Crea il tuo
Account Gratuito

Facebook

Le recensioni dei nostri utenti

FlexTax Guide

Ti aiutiamo a gestire la tua Partita Iva

Carrelo
Prodotto non più disponibile, il carrello è vuoto.
Continua a fare acquisti
0
Torna su

Inizia a usare FlexTax

Scopri i vantaggi dell'innovativa piattaforma per Partite Iva.

Accesso Freemium

Registrati e accedi gratuitamente a servizi e strumenti di FlexTax

Accesso Plus

Se decidi di affidare la tua contabilità ai consulenti di FlexTax

E-Service

L’ E-commerce di servizi e strumenti per la gestione contabile e l’amministrazione aziendale.

Chi siamo


Esperti contabili, consulenti del lavoro, avvocati e un’azienda di innovazione digitale uniti per aiutare le imprese nella gestione della Partita Iva.