Aprire partita iva per vendere online

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Vendere online aprendo Partita Iva

Se hai deciso di vendere dei prodotti online e questo lavoro diventa per te continuativo e abituale nel tempo, dovrai aprire la Partita Iva. Per farlo, dovrai seguire i seguenti passaggi:

  • Dovrai recarti all’Agenzia delle entrate e compilare l’apposito modulo per l’attivazione;
  • Dovrai scegliere il Codice Ateco che qualifica la tua attività. Per te che ti occupi di vendita online, è il seguente: 47.91.10 – Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet;
  • Dovrai iscriverti alla Camera di Commercio, versando il diritto camerale annuale;
  • Dovrai iscriverti alla Gestione Artigiani e Commercianti Inps per versare i contributi.

Per effettuare tutti questi step, ti consigliamo di affidarti ad un esperto. Se affiderai a noi la tua apertura, penseremo noi a tutto. Successivamente, dovrai scegliere il Regime fiscale da adottare per la tua Partita Iva. L’obiettivo di questo articolo è proprio quello di fornirti una panoramica completa sul Regime forfettario e quello semplificato.

Aprire Partita Iva per vendere online in Regime forfettario o Semplificato: le differenze

Andiamo ora ad analizzare entrambi i Regimi fiscali, mettendo in luce le rispettive caratteristiche:
Regime forfettario
Limite di accesso: per poter adottare tale Regime, i tuoi guadagni da Partita Iva nell’anno precedente devono essere inferiori ai 65.000 euro e non devi rientrare in nessun’altra causa di esclusione.
Reddito imponibile: ai ricavi che hai ottenuto, devi applicare il coefficiente di redditività, che per te che vendi online è del 40%. Ottieni in questo modo il reddito imponibile sul quale saranno calcolate le tasse che dovrai versare.
Imposta: esiste una sola imposta, l’imposta sostitutiva del 15%, che in alcuni casi che analizzeremo nel paragrafo successivo può scendere al 5%. Essa si applica al reddito imponibile (ricavi x coefficiente di redditività).

Regime semplificato
Limite di accesso: i tuoi ricavi non devono superare i 400.000 euro se vendi servizi, e i 700.000 euro se svolgi un altro tipo di attività.
Reddito imponibile: ai ricavi che consegui, devi sottrarre tutti i costi sostenuti nell’anno, quali spese mediche, figli a carico, ecc., ottenendo in questo modo il reddito imponibile.
Imposta: al reddito imponibile si applicheranno IRPEF, IRAP, addizionali, ecc.

Va sottolineato che nel momento in cui scegli di adottare il Regime forfettario per la tua Partita Iva per vendere online, potrai avere numerosi vantaggi fiscali e contabili riservati al forfettario.

Tasse al 5% per le nuove Partita Iva per vendere online in Regime forfettario: puoi accedere?

Se hai appena aperto la tua Partita Iva per vendere online, potrai ottenere dal Regime forfettario un ulteriore vantaggio: la riduzione dell’imposta sostitutiva al 5%. Questo ti sarà consentito per i primi 5 anni di attività, ma solo se rispetti anche le seguenti condizioni:

  • L’attività che svolgi con la tua nuova Partita Iva non deve essere una mera prosecuzione di una che svolgevi in precedenza, anche se eri dipendente o all’interno di un’impresa familiare.
  • Nei tre anni precedenti l’apertura, non devi aver svolto attività d’impresa né in forma individuale, né associata, né familiare;
  • Se rilevi un’attività già avviata da un altro soggetto, dovrai verificare che questo abbia rispettato il limite dei 65.000 euro di ricavi l’anno precedente.

Tasse da pagare nell’anno per vendere online

Quante tasse devo pagare se apro la Partita Iva per vendere online? Sarai tenuto a versare:

Essendo tu un Commerciante, avrai dei contributi fissi obbligatori da versare, infatti:

  • Se il tuo reddito va da 0 ai 15.878 euro, dovrai versare 3.832,45 euro di contributi;
  • Se il tuo reddito, invece, va dai 15.878 euro in su, oltre ai contributi fissi sul minimale, dovrai versare anche quelli sul reddito eccedente, nella misura del 24,09%. Avrai però la possibilità di versarne meno, richiedendo sul sito dell’Inps la riduzione del 35% dei contributi, tenendo presente che tale domanda la potrai effettuare solo una volta.

Saldi e acconti per vendere online in Regime forfettario

Ti facciamo ora uno schema sintetico e chiaro delle scadenze che dovrai rispettare se decidi di aprire la tua Partita Iva per vendere online. Supponiamo che i tuoi ricavi alla fine del primo anno di attività ammontino a 30.000 euro:

Attività svolta nel 2019
Ricavi: 30.000 euro
Coefficiente di redditività: 40%
Reddito imponibile: 12.000 euro (30.000 x 40%)
Imposta sostitutiva del 15%: 1.800 euro (12.000 x 15%)
Contributi fissi: 3.832,45 euro
Contributi eccedenti il minimale: 0,00 euro (non abbiamo superato il reddito di 15.878 euro).

Contributi fissi con 4 rate fisse annuali:

  • 16 Maggio 2019: € 958,11
  • 20 Agosto 2019: € 958,11
  • 16 Novembre 2019: € 958,11
  • 16 Febbraio 2020: € 958,11

NB: Non si dovranno i contributi eccedenti il minimale dato che il reddito di € 12.000 è inferiore al minimale di € 15.878

Scadenze Dichiarazione dei redditi 2020:

30 Giugno 2020

  • Saldo contributi eccedenti minimale 2019: € 0
  • Acconto 40% contributi eccedenti minimale 2020: € 0
  • Saldo imposta sostitutiva 2019: € 1.800
  • Acconto 40% imposta sostitutiva 2020: € 720 (1.800 x 40%)

Totale Giugno 2020: € 2.520

Gli importi dovuti il 30 Giugno possono essere suddivisi fino a 6 rate di cui l’ultima deve obbligatoriamente essere versata entro il 16 Novembre.

30 Novembre 2020

  • Acconto 40% Contributi eccedenti minimale 2020: € 0
    Acconto 60% Imposta sostitutiva 2020: € 1.080 (1.800 x 60%)

Totale Novembre 2020: € 1.080 (non rateizzabili)

Costi per l’apertura di una Partita Iva per vendere online

Se hai deciso di aprire la tua Partita Iva come venditore online, Flex Tax ha il servizio giusto per te: Gestione contabilità 2019 + Apertura Partita Iva Commercianti. Il nostro servizio include:

  • Dichiarazione dei redditi 2019;
  • Consulente a te dedicato;
  • Assistenza gratuita via Ticket e Telefono;
  • Tenuta contabilità e adempimenti fiscali;
  • Compilazione F24;
  • Accesso all’area personale;
  • Area upload/download documenti;
  • Accesso alle nuove funzionalità e servizi del portale in attivazione nel 2019;
  • Altri servizi e strumenti in lancio.

Costi commercialista per gestire la Partita Iva se vendi online

Se hai già aperto la tua Partita Iva per vendere online, ci occupiamo noi della gestione della contabilità della tua attività attraverso questo servizio: Gestione contabilità 2019. Esso include:

  • Dichiarazione dei redditi 2019;
  • Consulente a te dedicato;
  • Assistenza gratuita via Ticket e Telefono;
  • Tenuta contabilità e adempimenti fiscali;
  • Compilazione F24;
  • Accesso all’area personale;
  • Area upload/download documenti;
  • Accesso alle nuove funzionalità e servizi del portale in attivazione nel 2019;
  • Altri servizi e strumenti in lancio.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Ti è stato utile questo articolo? Dillo in giro!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Lascia un commento

flexsupport_white

Ti aiutiamo a gestire la tua Partita Iva

Chiudi il menu
×

Carrello

Inizia a usare Flex Tax

Scopri i vantaggi dell'innovativa piattaforma per Partite Iva.

Gestione contabile

Consulente dedicato, adempimenti contabili e fiscali.

Apertura Partita Iva

Apertura Partita Iva, consulente dedicato, adempimenti fiscali e contabili.

Consulente Fiscale

Hai domande sul Regime Forfettario e Semplificato? I nostri consulenti rispondono

Calcolo Tasse

Per sapere in anticipo quante tasse dovrai pagare, usa il nostro simulatore per il Regime Forfettario.

E-Service

L’ E-commerce di servizi e strumenti per la gestione contabile e l’amministrazione aziendale.

Chi siamo


Esperti contabili, consulenti del lavoro, avvocati e un’azienda di innovazione digitale uniti per aiutare le imprese nella gestione della Partita Iva.