ProfessioniAprire Partita Iva per parrucchieri

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

Professioni

Aprire Partita Iva per parrucchieri, costi, codice Ateco e documenti necessari per l’apertura: ecco di cosa ci occuperemo di seguito.
In questo articolo vogliamo informarti su come aprire Partita Iva per parrucchieri.

Il nostro consiglio è quello di affidarti ad un commercialista, un esperto contabile e fiscale, che ti guidi nei vari step di questo processo, ed il Commercialista online FlexTax è proprio quello che fa al caso tuo, perché ci occuperemo noi di ogni aspetto.

Dopo aver aperto la Partita Iva, dovrai iscriverti come Artigiano alla Camera di Commercio e alla Gestione Artigiani e Commercianti Inps, alla quale verserai i contributi previdenziali obbligatori.

In fase di apertura, dovrai scegliere il tuo Codice Ateco, diverso per ogni tipologia di attività e importante per la determinazione del coefficiente di redditività.

Il Codice Ateco che caratterizza l’attività di parrucchiere è il seguente:

  • 96.02.01 – Servizi dei saloni di barbiere e parrucchiere

N.B: se all’interno del tuo salone vendi alcuni prodotti, come per esempio i balsami professionali, dovrai configurarti anche come Commerciante ed utilizzare il Codice Ateco

    • 47.75.10 – Commercio al dettaglio di articoli di profumeria, prodotti per la toletta e per l’igiene personale.
    Guida Facile al Regime Forfettario

    Iscriviti alla piattaforma FlexTax e ricevi gratis il libro
    Scarica gratis ora

Dopo aver fatto tutto ciò, ti troverai di fronte alla scelta più importante: quale regime fiscale adottare.

Aprire Partita Iva per parrucchieri Regime Forfettario o Semplificato: le differenze

Dovrai scegliere tra il Regime Forfettario o quello Ordinario Semplificato, dei quali ti illustreremo le rispettive differenze, in modo tale da aiutarti nella scelta.

  • Limiti di accesso:

Se scegli il Forfettario, non devi superare 85.000 euro di ricavi; inoltre assicurati di non rientrare in nessun’altra causa di esclusione.
Se scegli invece il Semplificato, non devi superare i 500.000 euro se vendi servizi, e i 800.000 euro se svolgi un’altra attività.

  • Imposta:

Nel Forfettario, sarai soggetto ad una sola imposta sostitutiva del 15% (che si può ridurre al 5%, come vedremo nel paragrafo successivo);

Nel Semplificato, sarai invece soggetto alle classiche imposte quali IRPEF, addizionali, ecc.

  • Calcolo del reddito imponibile:

Nel Forfettario, ai ricavi che hai ottenuto nell’anno, devi moltiplicare il coefficiente di redditività, che per i parrucchieri prevede un valore percentuale del 67%.
Da questo calcolo otterrai il reddito imponibile, sul quale verserai poi imposta e contributi previdenziali.

Nel Semplificato, per ottenere il reddito imponibile dovrai sottrarre dai tuoi ricavi tutti i costi da te sostenuti per lo svolgimento della tua attività e non solo (figli a carico, ristrutturazioni, spese mediche, ecc.).

N.B.: Nel Forfettario, non è prevista la possibilità di detrarre tutti i costi che hai sostenuto, ma ti sarà riconosciuta semplicemente una spesa forfettaria in base al tuo coefficiente di redditività: vuol dire che verserai le tasse sul 67% dei tuoi ricavi, mentre il 33% ti sarà riconosciuto come tale spesa.

Il forfettario ti riserva inoltre vantaggi fiscali e contabili, tra cui:

Tasse al 5% per le nuove Partita Iva parrucchieri in Regime forfettario: puoi accedere?

Se hai deciso di aprire Partita Iva per parrucchieri, un’altra agevolazione che potrai ottenere riguarda la riduzione dell’imposta sostitutiva al 5%.

Questo vantaggio potrai averlo nei primi 5 anni di attività, ma dovrai rispettare alcune condizioni precise:

  • Nei tre anni precedenti l’apertura della tua Partita Iva, non devi aver svolto attività d’impresa né in forma individuale, né associata, né familiare;
  • L’attività che svolgi con la tua nuova Partita Iva non deve essere una mera prosecuzione di una che svolgevi in precedenza, anche come dipendente o all’interno di un’impresa familiare;
  • Se rilevi un’attività già avviata da un altro soggetto, dovrai verificare che questo abbia rispettato il limite degli 85.000 euro di ricavi l’anno precedente.

N.B: se rispetti queste condizioni e hai aperto Partita Iva già da qualche anno, potrai comunque ottenere la riduzione, ma solo per gli anni che ti separano dai primi 5 di attività.
Supponiamo tu abbia aperto la tua partita Iva come parrucchiere 3 anni fa; se rispetti le condizioni sopra elencate, per i successivi 2 anni avrai diritto all’imposta sostitutiva ridotta al 5%.

Tasse da pagare nell’anno per una Partita Iva come parrucchiere

Aprendo la tua Partita Iva come parrucchiere (Artigiano e Commerciante) sarai soggetto a:

  • Imposta sostitutiva del 15% o del 5%, come visto nel paragrafo precedente;
  • Contributi previdenziali obbligatori da destinare alla Gestione Artigiani e Commercianti Inps;
  • Diritto camerale alla Camera di Commercio una volta all’anno, che ammonta a circa 50 euro.

Dovrai versare contributi fissi obbligatori, indipendentemente dal reddito (ricavi per coefficiente di redditività del 67%) che hai conseguito alla fine dell’anno.
Infatti:

  • Se il tuo reddito va da 0 a 18.415 euro, dovrai versare un contributo fisso di 4.427,04 euro all’anno;
  • Se il tuo reddito va dai 18.415 euro in su, oltre ai contributi fissi, dovrai versare anche quelli sul reddito eccedente, calcolandoli con l’aliquota del 24% circa.

Facendo parte della Gestione Artigiani e Commercianti, potrai richiedere la riduzione del 35% dei contributi, collegandoti direttamente al sito dell’Inps ed inviando il modulo per via telematica.

Saldi e acconti per parrucchieri

Ti riportiamo qui di seguito un esempio di quali sono le scadenze che devi rispettare, ipotizzando che in un anno di attività tu abbia ricavato 20.000 euro.

Ricavi: 20.000 euro
Coefficiente di redditività: 67%
Reddito imponibile: 13.400 euro (20.000 x 67%)
Imposta sostitutiva del 15%: 2.010 euro (13.400 x 15%)
Contributi fissi: 4.427,04 euro
Contributi eccedenti il minimale: 0,00 euro (non abbiamo superato il reddito di 18.415 euro).

I contributi fissi si versano in 4 rate di uguale importo alle seguenti scadenze:

  • 16 Maggio
  • 20 Agosto
  • 16 Novembre
  • 16 Febbraio dell’anno successivo

Scadenze Dichiarazione dei redditi :

30 Giugno 

  • Saldo contributi eccedenti minimale anno precedente
  • Acconto 50% o 40% contributi eccedenti minimale in corso
  • Saldo imposta sostitutiva anno precedente
  • Acconto 50% imposta sostitutiva in corso

Gli importi dovuti il 30 Giugno possono essere suddivisi fino a 6 rate di cui l’ultima deve obbligatoriamente essere versata entro il 16 Novembre.

30 Novembre 

  • Acconto 50% o 40% contributi eccedenti minimale in corso
  • Acconto 50% imposta sostitutiva in corso

Questi importi non potranno essere rateizzati.

Costi per l’apertura di una Partita Iva per parrucchieri

Se sei un parrucchiere e hai deciso di metterti in proprio aprendo la tua Partita Iva, FlexTax ha il servizio giusto per te: Apertura Partita Iva Artigiani e Commercianti e contabilità.

Attraverso questo servizio ci occupiamo noi di tutti gli aspetti inerenti l’apertura della tua Partita Iva come parrucchiere, dell’iscrizione all’Inps e alla Camera di Commercio. Avrai un professionista a te dedicato, al quale rivolgerti in ogni momento tu lo desideri via mail o telefonicamente, il quale si occuperà della contabilità della tua attività e degli adempimenti fiscali, fornendoti anche la dichiarazione dei redditi da presentare a giugno dell’anno successivo. Avrai inoltre la compilazione degli F24 e aiuto nelle fatture che dovrai emettere.

All’interno del nostro portale ci sarà un’area a te riservata, dove tra i vari servizi dedicati potrai caricare i documenti utili alla tua attività, proprio per avere un posto dove conservarli e averli sempre a tua disposizione.

Infine, avrai l’accesso Plus a tutti gli strumenti del portale, tra cui la fatturazione elettronica.

Per approfondire i costi che dovrai sostenere in fase di apertura della Partita Iva, puoi leggere il nostro articolo dedicato: Costi di apertura Partita Iva

Costi commercialista per gestire la Partita Iva se sei un parrucchiere

Se hai già aperto la tua Partita Iva come parrucchiere, ci occupiamo noi della gestione della tua contabilità attraverso il servizio Gestione contabilità Artigiani e Commercianti.

Ti sarà affidato un esperto che ti seguirà per tutto l’anno, il quale si occuperà della gestione della contabilità della tua attività, dei vari adempimenti fiscali, della compilazione degli F24 e della dichiarazione dei redditi, al quale potrai rivolgerti ogni volta che lo vorrai via mail o per telefono.

Potrai caricare i documenti legati alla tua attività di parrucchiere nella tua area riservata all’interno del nostro portale e avere accesso Plus a tutti gli strumenti presenti.

Siamo alla fine di questo articolo su come aprire Partita Iva per parrucchieri: speriamo di esserti stati utili!

Se hai ancora dei dubbi, iscriviti a FlexTax e contatta la nostra assistenza: saremo lieti di aiutarti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adv

Gestire la contabilità
può essere stressante

Ti aiutiamo a rendere tutto più facile
Fai il primo passo