Aprire Partita Iva per orientatori

Aprire Partita Iva

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

All’interno della piattaforma FlexSuite puoi anche simulare le tasse da pagare, scaricare guide fiscali, utilizzare il gestionale di fatturazione e molto altro.

Aprire Partita Iva per orientatori, costi, codice Ateco e documenti necessari per l’apertura: ecco di cosa ci occuperemo di seguito.
In questo articolo vogliamo informarti su come aprire Partita Iva per orientatori.

La prima cosa che dovrai decidere al momento dell’apertura della tua Partita Iva è il codice Ateco dedicato all’attività che svolgerai in Partita Iva.
In questo caso, il codice Ateco che dovrai adottare è il seguente:

  • 85.60.01 – Consulenza scolastica e servizi di orientamento scolastico

Possono anche rientrare nella professione di orientatore a seconda della tipologia di utenza seguita i seguenti codici Ateco:

  • 85.59.20Corsi di formazione e corsi di aggiornamento professionale
  • 70.22.09 – Altre attività di consulenza imprenditoriale e altra consulenza amministrativo-gestionale e pianificazione aziendale

Iscriviti alla piattaforma FlexTax e ricevi gratis il libro
Scarica gratis ora

In seguito alla scelta del codice Ateco, dovrai interrogarti su quale Regime fiscale adottare in base alle tue esigenze.

Vediamo nel dettaglio le differenze tra il Regime forfettario e quello semplificato.

Regime forfettario per orientatori

Se vorrai adottare il regime Forfettario per la tua Partita Iva, dovrai sincerarti di rispettare tutti i requisiti da esso previsti:

Limiti regime forfettario.

Il reddito imponibile verrà calcolato applicando ai ricavi dell’anno (intesi come fatture incassate) il coefficiente di redditività: percentuale associata al suo codice Ateco che adotterai.

Il regime Forfettario prevede inoltre il versamento di un’unica imposta con aliquota al 15%, che potrà essere ridotta al 5% per i primi cinque anni di attività se rispetta alcune condizioni:

Regime forfettario imposta sostitutiva 5%

 

Non si applica l’Iva in fattura ma il bollo di 2 euro per gli importi superiori a 77,47 euro e il reddito prodotto con questo tipo di regime non fa cumulo con altri redditi.

Non è inoltre possibile “scaricare” alcuna spesa sostenuta per la propria attività.

Regime semplificato per orientatori

Con il regime Semplificato il reddito imponibile sarà calcolato sottraendo ai ricavi:

  • i costi sostenuti;
  • eventuali oneri deducibili (contributi previdenziali, contributi per collaboratori domestici, donazioni a istituzioni religiose, etc.);
  • l’ammontare delle imposte dovute (Irpef e addizionali), dopo aver sottratto alle stesse le eventuali detrazioni (per figli a carico, spese sanitarie, interessi sul mutuo, ristrutturazioni edilizie, etc.);
  • l’ammontare dei contributi previdenziali dovuti all’Inps

Per approfondire quali contributi dovrai versare per la tua professione di orientatore, puoi consultare il nostro articolo sull’argomento:

Tasse e contributi per Orientatori

Inoltre il reddito da Partita Iva in regime Semplificato fa cumulo con gli altri redditi percepiti e soggetti ad Irpef.

Sarai soggetto al versamento dell’Irpef secondo il sistema a scaglioni, ed inoltre sarai soggetto al versamento dell’Iva trimestrale e al suo saldo annuale a seconda della compensazione tra Iva delle fatture di vendita e quelle di acquisto.

Se vuoi approfondire i costi che dovrai sostenere in fase di apertura della Partita Iva, puoi leggere il nostro articolo dedicato: Costi di apertura Partita Iva

FlexTax offre diversi servizi in base al tipo di regime che vorrai adottare a Partire da 319 euro.

Registrati gratuitamente su FlexTax per richiedere gratuitamente la tua consulenza fiscale.

I nostri professionisti saranno lieti di fornirti tutte le informazioni necessarie per effettuare le tue valutazioni e per chiarire tutti i tuoi dubbi in materia fiscale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *