Aprire Partita Iva per istruttori sportivi

Istruttori sportivi: aprire Partita Iva

Se sei un istruttore sportivo e svolgi la tua attività in maniera continuativa e abituale, avrai necessità di aprire Partita Iva per istruttori sportivi.
I passaggi da compiere sono i seguenti:

Per te che sei un istruttore, il Codice Ateco da scegliere è il 85.51.00 – Corsi sportivi e ricreativi, in cui sono inclusi:

– formazione sportiva (calcio, baseball, basket, cricket eccetera)
– centri e campi scuola per la formazione sportiva
– corsi di ginnastica, nuoto, arti marziali, di yoga
– corsi o scuole di equitazione
– istruttori, insegnanti ed allenatori sportivi
– corsi di giochi di carte (esempio bridge)

  • iscriverti alla Gestione Separata Inps (o/e all’Enpals).

Dopo aver effettuato tutti questi passaggi, potrai iniziare a svolgere la tua attività di istruttore sportivo, ma non prima di aver scelto quale Regime fiscale adottare.

Aprire Partita Iva per istruttore sportivo in Regime Forfettario o Semplificato: le differenze

La scelta di quale Regime fiscale adottare per te che sei un istruttore sportivo potrebbe ricadere tra Forfettario o Semplificato.
Non sempre risulta una scelta semplice, perché si hanno vari dubbi ed indecisioni.
Questo paragrafo ti fornirà un quadro sintetico delle loro principali caratteristiche, proprio per farti capire le differenze e aiutarti a fare la scelta migliore in base alla tua situazione soggettiva.

Regime forfettario:

  • Requisiti di accesso: non devi superare i 65.000 euro di ricavi e non devi rientrare in nessuna causa di esclusione;
  • Reddito imponibile: lo ottieni moltiplicando ai ricavi il coefficiente di redditività, che per te che sei un istruttore è del 78%;
  • Imposta: avrai un’unica imposta, l’imposta sostitutiva del 15% (che può scendere al 5% come vedremo nel paragrafo successivo);
  • Vantaggi: adottando questo Regime fiscale, avrai delle agevolazioni fiscali e contabili, tra cui l’esonero dalla fatturazione elettronica, dall’invio dello Spesometro, dall’applicazione di Iva e ritenuta d’acconto in fattura.

Regime semplificato:

  • Requisiti di accesso: non devi superare i 400.000 euro di ricavi se vendi servizi, e i 700.000 euro se svolgi un altro tipo di attività;
  • Reddito imponibile: lo determini andando a sottrarre i costi che hai sostenuto durante l’anno ai ricavi , come ristrutturazione, figli a carico, spese mediche, ecc;
  • Imposta: sul reddito imponibile verserai le imposte “tradizionali”, come IRPEF, IRAP, addizionali, ecc.

Tasse al 5% per le nuove Partita Iva istruttori sportivi in Regime forfettario: puoi accedere?

Non hai ancora dato vita alla tua Partita Iva per istruttori sportivi o l’hai aperta da meno di 5 anni e sei in forfettario?
Un altro vantaggio che ti riserva questo Regime è quello di poter applicare l’imposta sostitutiva al 5%.
Devi assicurarti di rispettare però i seguenti limiti:


  • Nei tre anni antecedenti l’apertura della tua Partita Iva, non devi aver svolto attività d’impresa né in forma individuale, né associata, né familiare;
  • L’attività che svolgi con la tua nuova Partita Iva non deve essere una mera prosecuzione di una che svolgevi in precedenza, anche se eri dipendente o all’interno di un’impresa familiare;
  • Se rilevi un’attività già avviata da un altro soggetto, dovrai verificare che questo abbia rispettato il limite dei 65.000 euro di ricavi l’anno precedente.

Tasse da pagare nell’anno per una Partita Iva come istruttore sportivo

Essendo tu un istruttore sportivo e classificato come libero Professionista, dovrai versare le tasse sul reddito imponibile.
Come accennato nel paragrafo precedente, il reddito imponibile è il risultato del coefficiente di redditività del 78% (per te che sei un istruttore sportivo) applicato ai ricavi.
Su questo, dovrai versare:

Destinerai la contribuzione alla Gestione Separata se presti la tua attività nei confronti di clienti privati, mentre dovrai affidarti all’Enpals (che tra l’altro è stata assorbita dall’Inps) se lavori autonomamente presso circoli o impianti sportivi, palestre, associazioni sportive, ecc.
N.B: qualora svolgessi la tua attività sia nei confronti di privati sia verso gli enti sportivi, dovrai iscriverti ad entrambe le Gestioni (Gestione Separata ed Enpals).
Procediamo ora ad analizzare saldi e acconti che dovrai versare, partendo da un esempio pratico della tassazione alla quale sarai soggetto.

Saldi e acconti per istruttori sportivi in Regime forfettario

Supponendo che nel 2019 tu abbia ottenuto 35.000 euro di ricavi (tutti verso soggetti privati, quindi la tua Gestione di riferimento sarà la Gestione Separata Inps), ecco il meccanismo di saldi e acconti di imposta e contributi che dovrai rispettare:

Attività svolta nel 2019
Ricavi
35.000 euro
Coefficiente di redditività
78%
Reddito imponibile
27.300 euro (35.000 x 78%)
Imposta sostitutiva del 15%
4.095 euro (27.300 x 15%)
Contributi Gestione Separata
7.021,56 euro (27.300 x 25,72%)

NB: per ottenere i giusti saldi che devi versare dovrai andare a sottrarre ad essi gli eventuali acconti già versati, nel nostro esempio ipotizziamo che sia il primo anno di attività.

30 Giugno 2020

Saldo contributi 2019: € 7.021,56
Acconto 40% contributi 2020: € 2.808,62 (7.021,56 x 40%)
Saldo imposta sostitutiva 2019: € 4.095
Acconto 40% imposta sostitutiva 2020: € 1.638 (4.095 x 40%)

Totale Giugno 2020: € 15.563,18

Gli importi dovuti il 30 Giugno possono essere suddivisi fino a 6 rate di cui l’ultima deve obbligatoriamente essere versata entro il 16 Novembre.

30 Novembre 2020
Acconto 40% Contributi 2020: € 2.808,62 (7.021,56 x 40%)
Acconto 60% Imposta sostitutiva 2020: € 2.457 (4.095 x 60%)

Totale Novembre 2020: € 5.265,62 (non rateizzabili).

Costi per l’apertura di una Partita Iva per istruttore sportivo

Sei un istruttore sportivo e vuoi aprire la tua Partita Iva in forfettario?
Flex Tax ha il servizio giusto per te: Apertura e contabilità professionisti forfettario 2020
Con questo servizio ci occuperemo noi di tutte le pratiche per aprire Partita Iva per istruttori sportivi e ti sarà affidato un professionista che ti seguirà per tutto l’anno.
All’interno del nostro portale, avrai la tua area riservata e uno spazio in cui potrai caricare i tuoi documenti, in modo tale che siano sempre a portata di mano.

Costi commercialista per gestire la Partita Iva se sei un istruttore sportivo

Se hai già aperto la tua Partita Iva come istruttore sportivo, ci occupiamo noi della gestione della tua contabilità: Contabilità professionisti forfettario 2020.

Attraverso questo servizio, avrai un consulente di fiducia che si occuperà della contabilità della tua attività, degli adempimenti fiscali e della tua dichiarazione dei redditi a avrai la tua area personale all’interno del nostro portale con lo spazio per caricare tutti i documenti inerenti la tua attività.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...
Fabio Palazzo

Fabio Palazzo

Ti è stato utile questo articolo? Condividilo!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Articoli suggeriti

Lascia un commento

Ti aiutiamo a gestire la tua Partita Iva