Aprire Partita Iva per idraulici

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Idraulici: aprire Partita Iva

Se sei un idraulico e vuoi svolgere la tua attività in autonomia e in maniera continuativa e abituale nel tempo, dovrai aprire la tua Partita Iva, attivandola presso l’Agenzia delle Entrate. Il nostro consiglio è quello di affidarti ad un professionista che si occupi di ogni aspetto, e questo è proprio quello che fa Flex Tax.

In fase di apertura, dovrai scegliere un Codice Ateco che identifichi la tua professione. Potrai scegliere tra i seguenti Codici:

  • 43.22.01 – Installazione di impianti idraulici, di riscaldamento e di condizionamento dell’aria (inclusa manutenzione e riparazione) in edifici o in altre opere di costruzione

In cui rientrano:
– installazione in edifici o in altre opere di costruzione di: impianti di riscaldamento (elettrici, a gas e petrolio), caldaie, torri di raffreddamento, collettori di energia solare non elettrici, impianti idraulico-sanitari, impianti e condotte di ventilazione e di condizionamento dell’aria

  • 43.22.02- Installazione di impianti per la distribuzione del gas (inclusa manutenzione e riparazione), raccordi per il gas, distributori di vapore
  • 43.22.03 – Installazione di impianti di spegnimento antincendio (inclusi quelli integrati e la manutenzione e riparazione)
  • 43.22.04 – Installazione di impianti di depurazione per piscine (inclusa manutenzione e riparazione)
  • 43.22.05 – Installazione di impianti di irrigazione per giardini (inclusa manutenzione e riparazione)

Dovrai inoltre iscriverti come Artigiano alla Gestione Artigiani e Commercianti Inps, a cui versare contributi fissi obbligatori, e alla Camera di Commercio, pagando una volta all’anno il diritto camerale.

Uno dei dubbi che possono nascere quando si decide di aprire la Partita Iva per idraulici è quello riferito al Regime fiscale da adottare: a tal proposito, nel prossimo paragrafo andiamo ad analizzare il Regime Forfettario e quello Semplificato.

Regime Forfettario o Semplificato: le differenze

La scelta del Regime fiscale da adottare può ricadere, come accennavamo prima, tra quello Forfettario o quello Semplificato.

Vediamo ora le principali differenze:

Regime Forfettario:

  • Per poterlo adottare, i tuoi ricavi l’anno precedente devono essere inferiori a 65.000 euro e non devi rientrare in nessuna delle cause che te ne precludono l’accesso;
  • Sarai soggetto all’imposta sostitutiva del 15% o del 5% (come vedremo dopo);
  • Il reddito imponibile si ottiene applicando il coefficiente di redditività ai ricavi conseguiti a fine anno. Il tuo coefficiente di redditività come idraulico è dell’86%;
  • Non potrai detrarre tutte le spese che hai sostenuto ma ti sarà riconosciuta una spesa forfettaria del 14% (dato che si ricava dal coefficiente di redditività);
  • Otterrai molti vantaggi, sia a livello contabile che fiscale.

Regime Semplificato:

  • per accedervi, i tuoi ricavi non devono superare i 400.000 euro se vendi servizi e i 700.000 euro se svolgi un altro tipo di attività;
  • Dovrai versare le imposte Irpef, Irap, addizionali, ecc;
  • il reddito imponibile si ricava dalla sottrazione dei ricavi con tutti i costi sostenuti come figli a carico, spese mediche, ecc.

Ti abbiamo riassunto le rispettive caratteristiche per guidarti al meglio nella scelta; noi però non possiamo dirti quale dei due Regimi fiscali sia più adatto alla tua professione di idraulico, in quanto dipende dalla situazione soggettiva di ciascun contribuente. Abbiamo però cercato di mettere in risalto le differenze, proprio per farti capire quale può essere quello per te più conveniente.

Tasse al 5% per le nuove Partite Iva idraulici in Regime Forfettario. Puoi accedere?

Il Regime Forfettario prevede l’imposta sostitutiva del 15%, con la possibilità però per coloro che sono all’interno dei primi 5 anni di attività di ottenere la riduzione al 5%.

Questo è possibile solo se si rispettano le condizioni seguenti:

  • Non devi svolgere un’attività che è una semplice prosecuzione di una che svolgevi in precedenze, anche se come dipendente o con impresa familiare;
  • Nei tre anni precedenti all’apertura della Partita Iva come idraulico, non devi aver svolto attività d’impresa né in forma associata né familiare;
  • Se rilevi l’attività svolta da un altro soggetto, questo deve aver rispettato il limiti dei 65.000 euro di ricavi l’anno prima.

Rispettando questi requisiti, potrai applicare l’aliquota d’imposta al 5% se:

  • hai appena aperto la Partita Iva, e in questo caso la riduzione varrà per 5 anni;
  • hai già aperto la tua Partita Iva, ma sei comunque all’interno dei 5 anni iniziali; in questo caso la applicherai per gli anni che ti separano dal raggiungimento del quinquennio.

Tasse da pagare nell’anno in Forfettario per una Partita Iva per idraulici

Come contribuente forfettario, dovrai versare:

  • imposta sostitutiva del 15% o del 5%;
  • contributi fissi obbligatori.

Sia imposta che contributi vengono calcolati sul reddito imponibile. Quest’ultimo si ottiene applicando ai ricavi il coefficiente di redditività dell’86%.

Come idraulico Artigiano, dovrai versare alla Gestione Artigiani e Commercianti Inps il contributo fisso di 3.818,16 euro per il reddito da 0 a 15.878 euro, e per il reddito superiore ai 15.878 euro verserai i contributi con l’aliquota del 24%.

Una delle agevolazioni previste per chi fa parte di questa Gestione previdenziale riguarda la possibilità di richiedere sul sito dell’Inps la riduzione del 35% dei contributi da versare.

Saldi e acconti per idraulici in Regime Forfettario

Ti facciamo ora un esempio dell’imposta e dei contributi che come idraulico dovrai versare prendendo come anno di riferimento il 2019, e successivamente ti spieghiamo i rispettivi saldi e acconti che dovrai rispettare.

Esempio:

Ricavi: 15.000 euro
Coefficiente di redditività: 86%
Reddito imponibile: 12.900 euro (15.000 x 86%)
Imposta sostitutiva del 15%: 1.935 euro (12.900 x 15%)
Contributi fissi: 3.818,16 euro
Contributi eccedenti il minimale: 0 euro (non abbiamo superato i 15.878 euro)

Ecco le scadenze dei saldi e degli acconti:

Contributi fissi

  • 16 maggio 2019: 954,54 euro
  • 16 agosto 2019: 954,54 euro
  • 16 novembre 2019: 954,54 euro
  • 16 febbraio 2020: 954,54 euro

Scadenze Dichiarazione dei redditi 2020:

30 Giugno 2020

  • Saldo contributi eccedenti il minimale 2019: 0 euro
  • Acconto 40% contributi eccedenti il minimale 2020: 0 euro
  • Saldo imposta sostitutiva 2019: 935 euro
  • Acconto 40% imposta sostitutiva 2020: 774 euro (935 x 40%)

Totale Giungo 2020: 2.709 euro

Questi importi possono essere suddivisi in 6 rate, l’ultima obbligatoriamente entro il 16 Novembre.

30 Novembre 2020

  • Acconto 40% contributi eccedenti il minimale 2020: 0
  • Acconto 60% imposta sostitutiva 2020: 1.161 euro (1.935 x 60%)

Totale Novembre 2020: 1.161 euro

Questi importi non possono essere rateizzati.

Costi per l’apertura di una Partita Iva per idraulici

Se vuoi aprire la tua Partita Iva per idraulici, Flex Tax ha il servizio che fa al caso tuo: Gestione Contabilità 2019/2020 + Apertura Partita Iva Artigiani e Commercianti.

Attraverso questo servizio, avrai un Professionista di fiducia del nostro Team che si occuperà dell’apertura della tua Partita Iva come idraulico e gestirà la contabilità della tua attività. Potrai rivolgerti al tuo consulente sia via mail che per telefono, in qualsiasi momento tu ne abbia bisogno e ovunque tu sia.

Il nostro servizio include la compilazione degli F24, le dichiarazioni dei redditi da presentare entro giugno dell’anno successivo e aiuto nelle fatture che dovrai emettere.

Avrai un’area a te riservata all’interno del nostro portale, in cui potrai caricare i documenti utili alla tua attività, per poterli avere sempre a portata di mano.

Infine, avrai accesso a molti altri servizi e funzionalità in fase di lancio nelle prossime settimane.

Costi commercialista per gestire la Partita Iva se sei un idraulico

Attraverso il servizio Gestione contabilità 2019/2020, ci occupiamo noi della contabilità della tua attività, nel momento in cui hai già provveduto ad aprire la Partita Iva per idraulici.

Un consulente ti seguirà per tutto l’anno e lo potrai contattare quando vorrai sia via mail che telefonicamente.

Il servizio di Flex Tax include:

  • Dichiarazioni dei redditi da presentare entro giugno dell’anno successivo
  • Compilazione F24
  • Accesso all’area personale
  • Possibilità di caricare e scaricare i documenti relativi alla tua attività
  • Accesso ai servizi e funzionalità in attivazione nelle prossime settimane

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Ti è stato utile questo articolo? Dillo in giro!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Lascia un commento

flexsupport_white

Ti aiutiamo a gestire la tua Partita Iva

Chiudi il menu
×

Carrello

Inizia a usare Flex Tax

Scopri i vantaggi dell'innovativa piattaforma per Partite Iva.

Gestione contabile

Consulente dedicato, adempimenti contabili e fiscali.

Apertura Partita Iva

Apertura Partita Iva, consulente dedicato, adempimenti fiscali e contabili.

Consulente Fiscale

Hai domande sul Regime Forfettario e Semplificato? I nostri consulenti rispondono

Calcolo Tasse

Per sapere in anticipo quante tasse dovrai pagare, usa il nostro simulatore per il Regime Forfettario.

E-Service

L’ E-commerce di servizi e strumenti per la gestione contabile e l’amministrazione aziendale.

Chi siamo


Esperti contabili, consulenti del lavoro, avvocati e un’azienda di innovazione digitale uniti per aiutare le imprese nella gestione della Partita Iva.