Aprire Partita IvaAprire Partita Iva per Growth Hacker

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

Aprire Partita Iva

Aprire Partita Iva per Growth Hacker, costi, codice Ateco e documenti necessari per l’apertura: ecco di cosa ci occuperemo di seguito.
In questo articolo vogliamo informarti su come aprire Partita Iva per Growth Hacker.

Growth Hacker e Partita Iva

Negli ultimi anni sono nate molte nuove professioni tra le quali spicca sicuramente in primo piano il Growth Hacker, termine coniato dal noto imprenditore statunitense Sean Ellis che nel 2010 lanciò sul mercato questa nuova figura professionale. Come ogni libero professionista, se vorrai intraprendere questa carriera, dovrai analizzare la tua situazione per scegliere il Regime fiscale più adatto alle tue esigenze. Andiamo però per gradi, analizzando prima di tutto chi è il Growth Hacker, che cosa fa, come si fa a diventarlo e quali sono i costi per aprire Partita Iva per Growth Hacker.

Chi è il Growth Hacker e di cosa si occupa

Come accennato nel paragrafo precedente, il Growth Hacker è un libero professionista che si occupa di strategie di marketing alternative, ovvero attraverso un processo di continua sperimentazione, mediante il supporto di dati, riesce ad ottenere per la propria azienda una crescita costante. A questa figura infatti è richiesta una visione completa e dettagliata di quella che è l’attività del proprio cliente e proprio per questo motivo spesso si trova a capo di un team in grado di supportarlo nell’analisi dei dati. I campi in cui si trova ad operare sono principalmente:

  • piattaforme di social networking, blogging.
  • strumenti di Content Management System.
  • strategie di marketing virale e analisi di dati.
Guida Facile al Regime Forfettario

Iscriviti alla piattaforma FlexTax e ricevi gratis il libro
Scarica gratis ora

  • tecniche Seo, copy-writing creativo e linguaggi di programmazione.

Tutto questo deve essere associato ad un ottimo spirito imprenditoriale, versatilità e ad un pensiero creativo fuori dagli schemi. Inoltre il Growth Hacker si troverà a lavorare con dei budget limitati, tempi ristretti e una grossa concorrenza. Infatti non stiamo parlando di una strategia di marketing tradizionale dove vengono investite molte risorse in pubblicità per raggiungere la massa, come fanno le grandi aziende. Qui si parla di intraprendere un percorso di crescita di piccole aziende che sfruttano campi non toccati dai colossi del mercato utilizzando dei metodi che permettono risultati rapidi e significativi. Non si tratta quindi di ottenere un posizionamento fisso sul mercato, ma di trovare una strada vincente adatta all’azienda o al marchio in questione e che soprattutto sia reiterabile in modo da ottenere visibilità e, per quanto riguarda il web, diventare virale. Possiamo fare qualche esempio di Growth Hacking di successo di marchi ad oggi ben noti:

  • Airbnb: ha sfruttato il sito Crainlist per pubblicizzarsi;
  • Twitter: monitorando gli utenti hanno deciso di suggerire loro dei contatti in linea con le loro informazioni riportate nel profilo;
  • Facebook: la sua forza sono state le notifiche agli utenti (inizialmente via email);
  • Hotmail: ha utilizzato la frase “Ps. I Love You. Get Your Free e-mail at Hotmail” accompagnata da un link.

Ad oggi non esiste una vera e propria scuola o università che si dedica a come diventare Growth Hacker, ma se ne comincia a sentire la necessità. Sicuramente una buona base di conoscenze informatiche, web marketing e analisi di dati è fondamentale ed è la chiave giusta per svolgere questa nuova professione.

Aprire Partita Iva per Growth Hacker: Codice Ateco

Adesso che sai cos’è un Growth Hacker e soprattutto hai individuato quali sono le sue competenze, parliamo di come aprire Partita Iva per Growth Hacker. In questo articolo ti guideremo spiegandoti come fare.

Primo passo fondamentale è individuare il tuo Codice Ateco, ovvero una sequenza numerica che identifica la tua attività secondo l’Istat. Nel tuo caso sarai principalmente identificato come un esperto di web marketing e quindi dovrai adottare il Codice Ateco:

  • 70.22.09 – Altre attività di consulenza imprenditoriale e altra consulenza amministrativo – gestionale e pianificazione aziendale

– consulenza, orientamento e assistenza operativa ad imprese private e al settore pubblico.

– consulenza gestionale e consulenza direzionale.

– politica e strategia aziendale e di pianificazione, organizzazione, efficienza e controllo, gestione dell’informazione, sviluppo e ristrutturazione aziendale eccetera.

– consulenza in materia di gestione finanziaria: predisposizione di metodi e procedure contabili, programmi di contabilizzazione delle spese, procedure di controllo di bilancio.

gestione tecnico-finanziaria degli scambi ed investimenti internazionali.

– consulenza in materia di gestione del marketing: analisi e formulazione di una strategia di marketing, formulazioni di politiche in materia di servizio clienti, di prezzi, canali di pubblicità e distribuzione, design eccetera.

– consulenza in materia di gestione delle risorse umane: politiche, pratiche e procedure nel campo delle risorse umane; reclutamento, compensi, benefici, misurazione e valutazione delle prestazioni; adeguamento ai regolamenti governativi nell’ambito della salute, della sicurezza, delle retribuzioni e dell’equità di trattamento dei lavoratori eccetera.

– consulenza in materia di gestione della produzione: miglioramento delle procedure e sistemi di produzione, automazione del processo di produzione, sicurezza, vigilanza e protezione degli impianti.

– consulenza e assistenza per il conseguimento di certificazioni di qualità.

– consulenza sulle fasi di avvio di un’impresa.

Nel momento in cui dovessi svolgere anche altre attività connesse, come per esempio l’attività di sviluppatore software o di conduzione di campagne marketing, dovrai aggiungere un altro codice Ateco alla tua Partita Iva.

Regime forfettario per Growth Hacker

Quando si inizia una nuova attività, il Regime fiscale naturale in questo caso è il Regime forfettario in quanto prevede una serie di semplificazioni fiscali e contabili che inizialmente ti aiuteranno a contenere i costi della tua Partita Iva per Growth Hacker. Dovrai prima sincerarti di non ricadere in una delle cause di esclusione che il Regime forfettario prevede.

Imposta sostitutiva

Il tuo Codice Ateco ti fornirà il coefficiente di redditività, ovvero una percentuale ad esso associata, che nel tuo caso e nel codice Ateco indicato in precedenza è del 78%. In questo modo potrai calcolare il reddito imponibile, dato dai ricavi (incassi ottenuti) a cui applicherai il coefficiente di redditività (ricavi x 78%).

Sul reddito imponibile così conseguito andrai a versare l’imposta sostitutiva al 15%, imposta che va appunto a sostituire le altre presenti nel Regime ordinario semplificato (Irpef, addizionali ecc.). Potrai inoltre applicare una riduzione d’imposta al 5% per i primi 5 anni se rispetterai determinati requisiti.

Contributi

A seconda della Gestione previdenziale a cui ti iscriverai, sarai soggetto a versamenti diversi: nel tuo caso, dovrai iscriverti come Libero professionista alla Gestione Separata Inps, alla quale dovrai versare un’aliquota pari al 26,07% del tuo reddito.

Nel caso in cui ti occuperai non solo di consulenza ma deciderai di ampliare la tua attività in forma di impresa, quindi vendendo dei veri e propri servizi di consulenza, allora dovrai iscriverti alla Gestione Artigiani e Commercianti Inps e sarai sarai soggetto al versamento annuale di contributi fissi e in percentuale:

4.515,43 € di contributi fissi annuali fino ad un reddito di 18.415 €

24,48% sull’eccedenza di 18.415 €

In questo caso potrai richiedere una riduzione del 35% dei contributi Inps, che si applica sia sui fissi che sulla percentuale eccedenti i 18.415 €. Inoltre, se svolgerai la tua attività in forma di impresa dovrai appunto iscriverti in Camera di Commercio e sarai soggetto al versamento del diritto camerale annuale di circa 50 € all’anno.

Se vuoi saperne di più sui costi che dovrai sostenere in fase di apertura di Partita Iva, puoi leggere il nostro articolo: Costi di apertura Partita Iva

Questo articolo ha l’obbiettivo di fornirti una panoramica della situazione in partita Iva per un Growth Hacker e sapere quali saranno le spese che dovrai affrontare. Se desideri ricevere maggiori informazioni riguardo al tuo caso specifico, iscriviti gratuitamente al commercialista online FlexTax e contattaci attraverso l’area riservata FlexSuite per ricevere consulenza fiscale in qualsiasi momento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adv

Gestire la contabilità
può essere stressante

Ti aiutiamo a rendere tutto più facile
Fai il primo passo