Aprire Partita Iva per estetisti-e: come fare

Aprire Partita Iva

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

All’interno della piattaforma FlexSuite puoi anche simulare le tasse da pagare, scaricare guide fiscali, utilizzare il gestionale di fatturazione e molto altro.

Come fare per aprire Partita Iva come estetisti-e?

Aprire Partita Iva per estetisti-e: come fare?

Questi sono i passaggi importanti da seguire:

  1. Controllare di rispettare i requisiti professionali richiesti per svolgere tale attività;
  2.  Scegliere il Codice Ateco per la tua Partita Iva tra i seguenti o entrambi: 96.02.02 Servizi degli Istituti di bellezza, 96.02.03 Servizi di manicure e pedicure
  3. Iscriverti in Camera di Commercio come artigiano
  4. Iscriverti alla Gestione Artigiani e Commercianti Inps
  5. Presentare la Scia, Segnalazione certificata di inizio attività, al comune in cui ha sede la Partita Iva
  6. Iscriverti all’Inail

Dovrai inoltre scegliere il Regime Fiscale più adatto a te e ai tuoi potenziali ricavi.

Iscriviti alla piattaforma FlexTax e ricevi gratis il libro
Scarica gratis ora

Potrai scegliere tra i seguenti regimi fiscali:

Regime Forfettario, con numerosi vantaggi tra cui:

Per poter adottare il Forfettario è però necessario rispettare specifici requisiti.

Regime Semplificato, per il quale non bisogna superare i 400.000 euro di ricavi all’anno.

Inoltre è necessario registrare:

  • beni ammortizzabili
  • incassi e pagamenti
  • fatture di vendita e di acquisto

Inoltre dovrai:

  • versare l’Irpef a scaglioni, la cui prima aliquota è del 23%;
  • versare addizionali regionali e comunali;
  • dichiarare l’Iva;
  • emettere obbligatoriamente fatture elettroniche;
  • inviare lo spesometro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *