Aprire partita iva in regime forfettario per periti commerciali

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

All’interno della piattaforma FlexSuite puoi anche simulare le tasse da pagare, scaricare guide fiscali, utilizzare il gestionale di fatturazione e molto altro.

Aprire partita iva in regime forfettario per periti commerciali

Se sei un perito commerciale iscritto all’albo e desideri avviare la tua attività autonoma per farlo dovrai prima di tutto aprire Partita Iva.

Nel momento in cui apri Partita Iva, dovrai scegliere il Regime fiscale da adottare:

  • Regime Ordinario Semplificato;
  • Regime Forfettario.

Per la tua Partita Iva da perito commerciale potrai adottare il Regime Forfettario se rispetterai tutti i requisiti di seguito descritti:

  • Devi essere residente in Italia o in un Paese dell’Unione Europea o in uno Stato aderente all’Accordo sullo Spazio Economico Europeo (Norvegia, Islanda, Liechtenstein): se risiedi in uno di questi paesi esteri, potrai applicare il Forfettario, ma dovrai produrre almeno il 75% del tuo reddito complessivo sul territorio italiano.
  • Devi aver conseguito ricavi da Partita Iva l’anno precedente inferiori a 85.000 euro (se è la prima volta che apri Partita Iva, sicuramente rispetterai questo requisito).
  • Se nell’anno precedente l’apertura della Partita Iva, hai percepito reddito da dipendente o assimilati (come ad esempio, la pensione) superiore a 30.000 euro non potrai adottare il forfettario a meno che tale rapporto non sia terminato entro il 31 dicembre dell’anno precedente all’anno in cui desideri aprire Partita Iva.
  • Non sostenere spese per collaboratori o dipendenti superiori a 20.000 euro all’anno.
  • Iscriviti alla piattaforma FlexTax e ricevi gratis il libro
    Scarica gratis ora

  • Non avere il controllo diretto o indiretto di una S.r.l. o di una associazione in partecipazione e allo stesso tempo fatturare per attività economiche riconducibili.
  • Non partecipare a società di persone, associazioni professionali o imprese familiari contemporaneamente all’attività in Partita Iva.
  • Non applicare Regimi speciali Iva o Regimi forfetari di determinazione del reddito.
  • Non effettuare prevalentemente cessione di fabbricati e terreni edificabili.

Se rispetterai tutti questi requisiti, per il tuo primo anno di attività, potrai adottare il Regime Forfettario.

Se nel corso del tuo primo anno di attività fatturerai prevalentemente (ovvero per più del 50%) ad un ex datore di lavoro avuto nei due anni precedenti l’apertura della tua Partita Iva, allora l’anno successivo non potrai più adottare il Regime forfettario. È una causa di esclusione che si verifica alla fine dell’anno, quando è possibile verificare tutte le fatture emesse nel corso dell’anno.

Il secondo passo da compiere, dopo aver individuato il Regime fiscale, riguarda la scelta del Codice Ateco ovvero una sequenza alfanumerica che identifica l’attività che andrai a svolgere.
Nel Regime Forfettario il Codice Ateco è particolarmente importante, poiché ad esso è associata una percentuale denominata coefficiente di redditività che applicato ai ricavi permette di ottenere il reddito imponibile, ossia la base su cui saranno calcolati imposta e contributi che dovrai versare.

Per te che sei un perito commerciale il codice Ateco che dovrai utilizzare è:

  • 69.20.12 – Servizi forniti da esperti contabili

che include:

– assistenza a singoli contribuenti e aziende negli adempimenti fiscali, tenuta e redazione dei libri contabili, fiscali e del lavoro, controllo della documentazione contabile, revisione e certificazione contabile di associazioni, persone fisiche o giuridiche diverse dalle società di capitali;

– predisposizione di dichiarazioni tributarie cura di ulteriori adempimenti tributari, rilascio visti di conformità e certificazioni tributarie, revisione legale, deposito di atti.

Al suddetto codice Ateco è associato un coefficiente di redditività del 78%. Quindi come accennato precedentemente, verserai l’imposta e i contributi solo sul 78% dei tuoi ricavi, mentre il restante 22% verrà considerata spesa forfettaria.
Infatti, nel Regime Forfettario non potrai portare in deduzione nessuna spesa sostenuta per l’esercizio della tua attività.

Nel regime Forfettario è previsto il versamento di un’unica imposta con aliquota al 15%, ma se rispetterai tutti e tre i requisiti che ti riportiamo di seguito potrai applicare l’aliquota al 5% per i primi 5 anni di attività:

  1. Non bisogna aver svolto, nei tre anni precedenti all’inizio dell’attività, attività di impresa anche in forma associata o familiare;
  2. L’attività intrapresa non deve essere in alcun modo una continuazione di un’attività precedentemente svolta sia sotto forma di lavoro autonomo che dipendente (eccezion fatta per i periodi di pratica obbligatori per poter esercitare arti o professioni);
  3. Nel caso in cui venga rilevata un’attività già avviata da un altro soggetto, si deve verificare che l’ammontare di incassi generati l’anno precedente dall’attività, siano in linea con quelli richiesti per aderire al Regime forfettario.

L’attività di perito commerciale in Partita Iva prevede l’inquadramento fiscale da libero professionista e dovrai versare i tuoi contributi alla Cassa Nazionale di previdenza ed assistenza a favore dei Ragionieri e Periti Commerciali (CNPR).
Per tutte le informazioni in merito alle scadenze e agli importi dovrai rivolgerti alla cassa previdenziale, in quanto ognuna ha la propria gestione.

Infine, adottando il Regime forfettario, non dovrai preoccuparti dell’Iva in quanto non dovrà essere inserita in fattura: dovrai però, inserire l’imposta di bollo del valore di 2€ se la tua fattura supera i 77,47€.

Il bollo può essere cartaceo o elettronico a seconda che la tua fattura sia cartacea o elettronica.
Cogliamo l’occasione per ricordare che dal 1 Gennaio 2024, la fatturazione elettronica è obbligatoria per tutti i contribuenti, anche i forfettari.

Qualora avessi il piacere di affidare a noi l’apertura della tua Partita Iva per svolgere l’attività di perito commerciale in regime Forfettario, il servizio adatto alle tue esigenze include:

  • Le pratiche di apertura da presentare all’Agenzia delle Entrate;
  • la Dichiarazione dei redditi da presentare l’anno successivo all’anno di riferimento del servizio;
  • predisposizione degli F24 relativi alla Dichiarazione dei redditi;
  • promemoria sotto forma di notifiche di tutte le scadenze fiscali da rispettare. Oltre ai nostri promemoria troverai due calendari fiscali all’interno della tua area riservata:

-un calendario fiscale generico in FlexTools
-uno scadenziario personale in FlexEconomy, entrambi molto utili per tenere sempre sotto controllo le scadenze da rispettare (oltre alla nostra assistenza)

  • Assistenza fiscale illimitata, sia tramite ticket sia tramite telefono: potrai prenotare una telefonata nella fascia oraria che più preferisci;
  • possibilità di emettere fatture, sia cartacee che elettroniche attraverso la piattaforma: abbiamo creato un modulo esclusivamente dedicato, intuivo e di facile utilizzo: FlexInvoice.

Per agevolare nella compilazione delle fatture, abbiamo creato delle video guide sempre a tua disposizione.

Il vantaggio di utilizzare FlexInvoice per la fatturazione risiede nel fatto che le fatture vengono salvate in automatico all’interno della tua area riservata e questo permette di:

  • rendere i documenti sempre disponibili ai professionisti. Ciò permetterà di poter ricevere assistenza sulle fatture, sia di natura fiscale sia di natura tecnica e se necessario correggere il documento prima dell’invio;
  • beneficiare di una maggiore tranquillità in fase di Dichiarazione dei redditi in quanto, salvandosi in automatico ed essendo accessibili ai professionisti, non dovrai caricare manualmente, in FlexInvoice, tutte le fatture che hai emesso con altro gestionale.

FlexInvoice è compreso per gli utenti Plus.

Invece, per gli utenti Freemium, il costo per l’accesso annuale al servizio è di 18€. A scadenza, potrai rinnovare.

Accesso annuale Fatturazione Elettronica

All’acquisto del servizio riceverai 100 crediti, che corrispondono ad altrettante fatture elettroniche. Quando avrai terminato i crediti, potrai effettuare delle ricariche direttamente dalla nostra piattaforma.

Hai ancora dei dubbi? In questo caso, potrai contattare gratuitamente la nostra Assistenza.
Sarà sufficiente iscriverti alla nostra piattaforma ed iniziare, fin da subito, ad utilizzare tutte le funzionalità gratuite messe a disposizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI SIMILI