Agevolazioni per fisioterapisti

Aprire Partita Iva

Iscriviti gratis e ricevi subito assistenza fiscale gratuita

All’interno della piattaforma FlexSuite puoi anche simulare le tasse da pagare, scaricare guide fiscali, utilizzare il gestionale di fatturazione e molto altro.

Ci sono agevolazioni per aprire la Partita Iva come fisioterapisti?

Se svolgi l’attività di fisioterapista in maniera abituale e continuativa nel tempo, dovrai aprire la tua Partita Iva. Le agevolazioni per fisioterapisti con Partita Iva previste è data dalla possibilità di applicare per essa il Regime Forfettario, regime che può riservati numerosi vantaggi a livello contabile e fiscale.

Per poter applicare il Forfettario, attualmente Regime fiscale più vantaggioso, dovrai rispettare precise condizioni:

  • l’anno precedente non devi aver conseguito redditi da lavoro dipendente o assimilati superiori ai 30.000 euro;
  • non devi fatturare più del 50% al datore di lavoro attuale o quello che hai avuto nei due anni precedenti l’apertura della tua Partita Iva;
  • non devi aver sostenuto spese superiori ai 20.000 euro per collaboratori o dipendenti;

Iscriviti alla piattaforma FlexTax e ricevi gratis il libro
Scarica gratis ora

  • devi essere residente in Italia; se sei residente in un paese appartenente all’Unione Europea o Norvegia, Islanda, Liechtenstein, devi produrre almeno il 75% del tuo reddito complessivo in Italia;
  • non devi far parte di società di persone, associazioni di persone o imprese familiari;
  • non devi fatturare per attività riconducibili ad una S.r.l. di cui hai il controllo diretto o indiretto;
  • non devi applicare regimi speciali o a determinazione forfettaria del reddito;
  • non devi effettuare cessioni di fabbricati, terreni edificabili o mezzi di trasporto nuovi.

Se rispetterai tutte le suddette condizioni, potrai accedere alle agevolazioni del Regime Forfettario, ovvero:

  • Possibilità di emettere fatture cartacee se hai percepito ricavi inferiori a 25.00 euro nel 2021. Dal 2024, comunque, tutti i contribuenti avranno l’obbligo di fatturazione elettronica.
  • Non applicazione dell’Iva e della ritenuta d’acconto in fattura, ma solo dell’imposta di bollo di 2 euro per tutte le fatture di importo superiore ai 77,47 euro, indicato anche le diciture obbligatorie del Forfettario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *