Domande e Risposte

A quanto ammonterebbe il netto a fronte di un reddito complessivo di circa 60.000€?

Sono uno sviluppatore software e sto valutando la convenienza economica di aprire partita Iva in regime ordinario semplificato perché ho verificato che non potrò usufruire del regime forfettario.

A quanto ammonterebbe il netto a fronte di un reddito complessivo di circa 60.000€?

Ricadendo in una delle cause di esclusione al Forfettario, dovrà adottare per la sua Partita Iva il Regime Ordinario semplificato.

Tale Regime fiscale prevede:

  • il calcolo del reddito imponibile attraverso la sottrazione dei costi sostenuti ai ricavi conseguiti;
  • il versamento dell’Irpef a scaglioni;
  • il versamento dei contributi.

Pertanto, supponendo un reddito complessivo di 60.000 euro (reddito, cioè consideriamo che dai ricavi conseguiti siano già stati sottratti i costi sostenuti) procediamo a farle un esempio di quanto dovrà versare, riportandole di seguito gli scaglioni Irpef attualmente vigenti:

  1. fino a 15.000: 23%
  2. Iscriviti alla piattaforma FlexTax e ricevi gratis la guida
    Scarica gratis ora

  3. da 15.000,01 a 28.000: 25%
  4. da 28.000,01 a 50.000: 35%
  5. reddito superiore a 50.000: 43%

A fronte di 60.000 euro di reddito, dovrà versare di Irpef:

  • 1° scaglione per reddito da 0 a 15.000: € 3.450
  • 2° scaglione da 15.001 a 28.000: € 3.250
  • 3° scaglione da 28.001 a 50.000: € 7.700
  • 4° scaglione reddito superiore a 50.000 €: € 4.300

Pertanto di Irpef dovrà versare un totale di 18.700 €.

Per quanto riguarda i contributi, dovrà versare 4.208,40 euro fino a 17.504 euro di reddito, oltre ai quali dovrà versare 10.199,04 euro (60.000 – 17.504 x 24%).

Di contributi dovrà versare quindi un totale di circa 14.407,44 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI SIMILI