A quale tassazione andrò incontro come agente di commercio in regime forfettario?

  • Domande e Risposte

Sono prossimo all’apertura di p.iva in regime forfettario come agente di commercio. Sono interessato al vostro servizio, volevo chiarire i passaggi da fare per poterla aprire e avere delucidazioni su le varie tassazioni a cui andrò incontro e con quale percentuale.

 

Per poter adottare il Regime forfettario è necessario essere in possesso di tutti i requisiti richiesti per l’adozione di tale regime fiscale: Limiti Regime forfettario.

Il Codice Ateco adatto per l’attività di Agente di Commercio e il codice:

  • 46.19.01 – “Agenti e rappresentanti di vari prodotti senza prevalenza di alcuno”
    Il coefficiente associato al suddetto codice Ateco è del 62%.

Tale codice Ateco richiede l’iscrizione in Camera di Commercio, a cui dovrà allegare il mandato dell’azienda che affida l’incarico e il modello ARC che certifica il rispetto dei requisiti per iscriversi come Agente di Commercio. Per maggiori informazioni in merito può rivolgersi direttamente a quella della sua provincia per conoscere maggiori dettagli.

Per quanto riguarda i contributi, li verserà sia all’ENASARCO sia alla Gestione Artigiani e Commercianti Inps.

Per quanto riguarda l’ENASARCO le consigliamo di contattare direttamente tale cassa per conoscere importi e scadenze in quanto non occupandoci di casse previdenziali specifiche purtroppo non potremo esserle di aiuto in merito.

Per quanto riguarda la gestione Artigiani e Commercianti Inps, verserà contributi secondo questo schema:

  • da 0 euro a 16.243 euro verserà contributi fissi pari a circa 4.000 euro
  • superato il reddito minimale di 16.243 euro, oltre ai contributi fissi, verserà anche i contributi in percentuale al 24% circa, sull’eccedenza.

Se adotterà il regime forfettario, in quanto iscritto alla Gestione Artigiani e Commercianti Inps, potrà beneficiare della riduzione del 35% dei contributi, applicabile sia ai contributi fissi sia ai contributi in percentuale. Per approfondimenti: Riduzione contributi artigiani e commercianti.

Adottando il Regime forfettario, oltre ai contributi, dovrà versare l’imposta sostitutiva al 15% o al 5% per i primi 5 anni di attività se rispetterà tutti i requisiti richiesti: Imposta sostitutiva al 5%.

Qualora avesse il piacere di affidare a noi l’Apertura della sua Partita Iva come agente di commercio e la gestione della contabilità per l’anno in corso, il servizio adatto a lei è:

Acquistando il suddetto servizio, ci occuperemo dell’apertura della sua Partita Iva e della contabilità della sua attività fino al 31 dicembre, con incluse la compilazione degli F24 e la Dichiarazione dei redditi che percepirà nell’anno da presentare a giugno.

Potrà contattare il suo Referente in qualsiasi momento ne abbia bisogno, sia via ticket che telefonicamente, prenotando la sua chiamata nella fascia oraria di sua preferenza.

Potrà emettere le fatture cartacee ed elettroniche direttamente dalla sua area riservata, le quali si salveranno in automatico nella sezione dedicata.

In questo modo, potrà avere una panoramica dell’andamento della sua attività e il Referente a lei assegnato potrà visionarne i dettagli per compilare la Dichiarazione.

Dopo l’acquisto del servizio riceverà, una chiamata dal Referente a lei assegnato: in quella sede andrete a definire i dettagli dell’attività che desidera svolgere in Partita Iva.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accedi gratis al gestionale e ricevi la tua prima chiamata di assistenza

Crea il tuo Account Gratuito

Gestire la contabilità

A partire

259€

Anno / Iva Esclusa

Categorie

Guide utili

Gestire la contabilità può essere stressante.
Ti aiutiamo a rendere tutto più facile.

Articoli simili

Torna su

Parla gratis con un nostro esperto

Parla gratis con un nostro esperto